Quantcast

Ampliamento dei dehor per le attività sul lungomare, la Liguria autorizza i Comuni

L'annuncio dell'assessore regionale al Demanio marittimo Marco Scajola: "Per le spiagge si riparte dalle linee guida Covid del 2020"

Genova. «Daremo la possibilità ai Comuni di concedere ampliamenti dei dehor di bar e ristoranti quando questi siano installati su porzioni di competenza del demanio marittimo», ad annunciarlo è stato l’assessore regionale Marco Scajola che questa mattina si è riunito con gli omologhi assessori delle altre regioni italiane per fare il punto in vista dell’avvio della stagione estiva.

«L’ampliamnto degli spazi sarà ammesso con apposito provvedimento della giunta regionale che verrà firmato in settimana -, ha continuato Scajola. Queste concessioni, che saranno determinate dai singoli Comuni, non riguarderanno le spiagge ma i locali che si affacciano sul litorale». La possibilità di concedere delle deroghe alle superfici per i dehor, arriva da parte dell’assessore Scajola per permettere di far trovare pronta la Liguria all’imminente ripartenza che il governo dovrebbe definire a partire dal 26 di aprile, quando, in caso di attribuzione alla regione della zona gialla, le attività commerciali potranno tornare a far sedere il pubblico solo all’aperto.

Marco Scajola

«Ho appena terminato una riunione con tutte le regioni italiane sul tema del demanio marittimo dalla quale è emersa la volontà unanime di chiedere al governo un provvedimento immediato che faccia chiarezza sull’estensione al 2033 delle concessioni demaniali -, ha proseguito l’esponente della giunta Toti. Altrimenti regna la confusione: chiediamo con forza una presa di posizione del governo Draghi. A tal proposito – conclude Scajola – ho sentito pochi minuti fa il ministro del Turismo Garavaglia che mi ha assicurato un impegno personale su questo tema. Sempre il ministro mi ha comunicato che ritorneranno in vigore per le spiagge, a partire dal 15 di maggio – data di avvio ufficiale della stagione balneare -, le stesse regole delle linee guida Inail 2020».