Quantcast

Sanremo2021, sindaco Biancheri: «Festival difficile. Soddisfatto della promozione della città»

Per una città come la nostra che vive di turismo e che per questo da un anno soffre oltremodo la situazione, una promozione di questa portata alle soglie del periodo primavera-estate ha un valore immenso

Sanremo. «E’ stato un Festival difficile. Il più difficile da quando sono sindaco. Ho difeso con forza il Festival perché con esso ho difeso con forza la mia città. Sono stato anche attaccato per questo, ma è una scelta che rifarei altre mille volte, con tutta la determinazione che ci ho messo. Perché mi è sempre stato ben chiaro quello che sarebbe successo alla città se il Festival non si fosse fatto e quello che sarebbe venuto a mancare». A dirlo, a poche ore dalla fine della 71esima edizione del Festival della Canzone Italiana, è il sindaco di Sanremo Alberto Biancheri.

«Dalla grande sfida gestionale derivata, traggo molti spunti positivi, anche in prospettiva – aggiunge Biancheri –
In primis sotto l’aspetto della sicurezza, specialmente sanitaria. E di questo ringrazio tutte le autorità coinvolte, che hanno fatto in ogni istante un lavoro egregio. E’ stata messa in atto una macchina organizzativa impressionante, non solo nei rigidi protocolli di sicurezza, ma anche nel sistema di prevenzione. Un sistema che, l’ho più volte rimarcato, dovrebbe essere da esempio e da stimolo per una replicazione in diversi settori produttivi e sociali ancora i chiusi, a sostegno di una concreta ripartenza in sicurezza. E questo è per me il messaggio più importante del Festival 2021».

Sui risultati: «Sono soddisfatto, e tanto, anche in termini di promozione della città e del territorio, aspetto sul quale avevo già detto alla vigilia che avremmo puntato molto. Le nostre cartoline, viste da milioni di telespettatori, le parole rivolte in diretta da Amadeus alla nostra città, la grande promozione sui fiori e il lavoro fatto in ogni altro spazio collaterale. La splendida puntata di Linea Verde di ieri, che avevamo concordato con la Rai e che ha avuto un grande ritorno di pubblico, ne è un esempio: una grande vetrina sul territorio e le sue eccellenze. Per una città come la nostra che vive di turismo e che per questo da un anno soffre oltremodo la situazione, una promozione di questa portata alle soglie del periodo primavera-estate ha un valore immenso, con la speranza che tutto questo sia d’auspicio per una definitiva ripartenza di ogni settore dell’economia e della vita sociale.
Ne abbiamo bisogno tutti. Forza Sanremo».