Quantcast

Sanremo2021, Amadeus: «Ascolti clamorosi. Questo non è l’evento Festival, è un’altra cosa»

In conferenza Ama ha parlato delle grandi difficoltà legate al Covid-19: «Questo Paese sta vivendo una guerra»

Sanremo. «Sono molto molto felice e molto molto orgoglioso di questo Festival. E lo dico con sentimento e con grande convinzione. Quello che stiamo facendo noi tutti, e quando parlo di tutti, intendo tutti quelli che si trovano a Sanremo, è un grandissimo lavoro». Lo ha dichiarato in conferenza stampa al teatro del Casinò di Sanremo il direttore artistico e presentatore del Sanremo2021 Amadeus, che si è detto sorpreso dagli ascolti, alti nonostante tutto.

«Sarebbe stato facilissimo per noi buttare la palla in tribuna e dire “ma no, non si fa”, quando si diceva “non si può fare Sanremo senza pubblico” e passavo per capriccioso – ha spiegato – In realtà dicevo una cosa banalmente logica: questo è un evento. E’ ovvio che si fa senza pubblico, perché capiamo che è giusto così. E’ ovvio che si fa senza palco esterno o con altre cose che avevamo pensato, ma tutto questo ovviamente toglie il senso dell’evento. La differenza tra Sanremo e un programma televisivo, è che Sanremo è il più grande evento italiano per non dire europeo che ci sia. L’evento lo fa tutta la macchina di Sanremo. Lo fa la sala stampa, 1300 giornalisti presenti, lo fanno tutte le televisioni che sono qua, lo fanno le polemiche, lo fanno le migliaia di persone che arrivano a Sanremo e l’anno scorso erano ancora di più con il palco esterno, lo fa il pubblico, le signore in prima fila, i personaggi, i politici, tutto quello che viene contestato, apprezzato, amato: tutto questo diventa evento. Se non fosse evento Sanremo sarebbe un meraviglioso programma televisivo che si potrebbe fare da qualsiasi altra parte, ma non sarebbe mai il Festival di Sanremo».

Sanremo, quest’anno, non è Sanremo. «Non è il Festival come lo abbiamo vissuto per settantt’anni, è un’altra cosa – ha detto Amadeus -.Noi cerchiamo di fare il miglior programma televisivo che è nelle nostre possibilità e ognuno di noi cerca di far diventare questo festival un evento, ma certamente svuotato di tutte le sue parti, che diventano fondamentali, è un’altra cosa. Ecco perché io dico che i dati che leggo mi sorprendono in positivo».

In conferenza Ama ha parlato delle grandi difficoltà legate al Covid-19: «C’è gente disperata, e lo dico perché lo sappiamo tutti, c’è gente che la sera non riesce a mettere il piatto a tavola. Questo Paese è come se vivesse una guerra in questo momento».