Quantcast

Sanremo, usa la bici per terapia: gliela rubano. Furto ai danni di invalido scatena indignazione sui social foto

Anziano costretto a comprare un'altra bici per continuare le cure

Più informazioni su

Sanremo. Una vecchia “Graziella” dal costo di circa 100 euro ma dal valore terapeutico inestimabile. E’ l’oggetto di un furto perpetrato nei giorni scorsi in via Visitazione ai danni di Biagio Topputi, 82 anni, artigiano di Sanremo in pensione, invalido a causa di un incidente in campagna.

A raccontare l’accaduto, con un post su Facebook, è stato l’amico Mauro Vianello. «Biagio si è gravemente infortunato, cadendo da un albero, ha subito un trauma alla colonna vertebrale. Nonostante tutto, la buona sorte lo ha risparmiato dal rimanere paralizzato, ma importanti e permanenti lesioni lo costringono ad una lenta e difficile deambulazione, sempre aiutato dalle stampelle. I dottori gli hanno raccomandato, come terapia per mantenere lo “status quo”, l’uso giornaliero della bicicletta. E così, il mio amico Biagio, da anni, ogni giorno, da via Peirogallo (dove abita con la moglie) raggiunge a piedi via Visitazione, inforca la sua vecchia bicicletta bianca (che lascia legata con due lucchetti al cancello che separa questa via dalla adiacente Corso Orazio Raimondo) e si fa un paio di ore di pedalate sulla ciclabile».

L’anziano teneva la bici legata a un cancello con tanto di cartelli scritti a mano che indicavano la ragione per cui il mezzo di trasporto si trovava proprio lì. «Sono un invalido, ho la spina dorsale schiacciata, con sette viti, due vertebre rotte – si legge – Devo fare terapia per le gambe e circolazione del sangue. Grazie».

furto bici sanremo

Con premesse del genere, difficile pensare che qualcuno possa infierire su di lui. E invece qualche giorno fa la bici di Biagio è sparita. Rubata.

«Oggi ho visto Biagio in via Visitazione, e mi ha confidato l’increscioso episodio comunicandomi che ha comprato un’altra bicicletta, usata, per continuare la sua terapia – scrive l’amico -. Dovrei terminare questo mio post vomitando frasi ingiuriose nei confronti dell’ignoto che ha compiuto un gesto così ignominioso, ma non lo farò. Mi limito a dire al delinquente che ha commesso questo furto, con la speranza che legga queste righe, che il suo comportamento deplorevole non gli porterà fortuna». 

Più informazioni su