Quantcast
L'assise

Rifiuti, in consiglio provinciale sì unanime alla ridefinizione degli ambiti

Il lotto 6 di Collette Ozotto accoglierà rifiuti e consentirà così uno smaltimento suppletivo per circa 2-3 mesi prima di completare l’esaurimento del sito

consiglio provinciale 15 luglio '19
- Foto d'Archivio

Imperia. Pratiche approvate all’unanimità questa mattina dal consiglio provinciale in tema di rifiuti. Per ottimizzare l’utilizzo del lotto 6 di Collette Ozotto ci sarà spazio per altri diecimila metri cubi di rifiuti nella discarica. L’area destinata, che in un primo tempo doveva essere coperta di terra e che invece accoglierà rifiuti, consentirà così uno smaltimento suppletivo per circa 2-3 mesi prima di completare l’esaurimento del sito.

Sempre in tema di rifiuti è passata all’unanimità la ridefinizione dei Bacini: la Valle del San Lorenzo sarà inclusa nell’ambito sanremese, la Val Prino farà parte dell’ambito imperiese. Le pratiche sono state illustrate dal consigliere delegato Giorgio Giuffra, che commenta: «Il nuovo utilizzo tecnico del lotto 6 consentirà di prolungare il mantenimento delle tariffe e di limitare quindi l’aggravio di costi che ci sarà quando sarà necessario trasportare i rifiuti nel Savonese, prima della messa in funzione del biodigestore. La ridefinizione dei bacini, grazie anche alla collaborazione dei Comuni di Sanremo, Taggia e Imperia, anticipa provvedimenti per i quali la Regione aveva concesso una proroga».

Durante la seduta è stata posticipata l’approvazione del Bilancio di previsione. A questo proposito il presidente Domenico Abbo dice: «Ci sono alcune questioni pendenti che saranno definite entro breve tempo e che potrebbero avere riflessi sui conti della Provincia. Per questo motivo abbiamo deciso di comune accordo di rinviare la discussione della pratica, per la quale, peraltro, non sono ancora scaduti i termini di approvazione».

commenta