Quantcast

Odissea vaccini, prenotazione quasi impossibile per anziana di Airole

L'appuntamento, alla fine, è stato fissato solo per inizio maggio

Airole. Una vera e propria odissea, quella affrontata per la prenotazione di un vaccino anti Covid-19 per la propria madre di 78 anni, che si è conclusa con un appuntamento “a distanza”: il vaccino, infatti, sarà somministrato all’anziana solo fra un mese e mezzo.

A raccontarla è Janne Tolonen, di Ventimiglia, figlio della donna che invece abita ad Airole. «Il medico di famiglia ha detto che non poteva prenotare i vaccini, così ho chiamato il numero verde 800/938818 (cup vaccini, ndr), ma era sempre occupato», racconta l’uomo.

Quando, dopo numerosi tentativi, finalmente un operatore ha risposto, Tolonen si è visto dare tre possibili opzioni: «Due verso fine aprile, ma a Taggia, o comunque in posti molto distanti rispetto a dove abita mia madre. Quella più idonea era al prossimo 4 maggio, alle 11, a Camporosso». Sulla data così in avanti ha inciso il fatto che la madre di Janne, per fortuna, non ha grosse patologie, ma è pur sempre una persona anziana e quindi inserita nelle categorie e rischio. «Se andiamo avanti di questo passo – conclude – a settembre non avranno ancora finito di vaccinare tutti».