Quantcast

Migranti, a Ventimiglia respinti dalla Francia ottanta stranieri al giorno senza tampone anti Covid

Sindaco Scullino: «E' l'ulteriore segnale della necessità di un intervento coordinato tra lo Stato italiano e quello francese»

Ventimiglia. Dall’inizio di marzo, ogni giorno, circa ottanta stranieri vengono respinti in Italia dalle autorità francesi che li sorprendono sulla linea di confine. Un bilancio che resta alto, ma comunque minore rispetto a quello che si registrava nel mese di febbraio, quando ogni giorno i francesi rispedivano a Ventimiglia circa 100 migranti.

Gli stranieri non vengono sottoposti a tampone: per i francesi, infatti, i migranti non sono mai entrati nel loro paese visto che vengono fermati al confine.

Dichiara il sindaco Gaetano Scullino: «E’ l’ulteriore segnale della necessità di un intervento coordinato tra lo Stato italiano e quello francese. Si auspica un dialogo ancora maggiore tra le due Prefetture, come sembra stiano già facendo molto bene le forze dell’ordine».