Quantcast

Lo scrittore sanremese Giuseppe Conte racconta Italo Calvino

E' il tema di una conferenza online dell'Istituto Colombo

Sanremo. “Il sentiero della scrittura: Conte incontra Calvino” Giuseppe Conte, uno dei massimi poeti e scrittori della panorama nazionale italiano, martedì 30 marzo, incontra a distanza alcune classi dell’Istituto Colombo di Sanremo . Questo incontro si inserisce all’ interno di un percorso monografico dedicato alla figura di Calvino e alla Pigna e che offre uno sguardo inedito e simbolico sulla nostra città e sul paesaggio del ponente ligure.

Italo Calvino ha vissuto stabilmente a Sanremo fino alla conclusione degli studi superiori e, dopo aver frequentato l’università a Torino e Firenze fino al 1943, è ritornato nell’entroterra come partigiano delle Brigate Garibaldi. Alla fine della guerra Calvino si è trasferito a Torino dove ha iniziato a pubblicare le sue prime opere letterarie, ma il legame con Sanremo è rimasto costante: il romanzo “Il sentiero dei nidi di ragno” e la raccolta di racconti “Ultimo viene il corvo” sono ambientati a Sanremo e nell’entroterra
cittadino, spesso in luoghi ancora oggi identificabili nonostante il tempo trascorso. Allo stesso modo, anche in opere più tarde come la trilogia de “I nostri antenati” o “La speculazione edilizia”, fino alla memorialistica de “La strada di san Giovanni”, Calvino traccia i confini di uno spazio riconoscibile, filtrato
attraverso uno sguardo acuto e nostalgico che preserva nel ricordo dello scrittore il paesaggio originale.

Gli studenti dell‘Istituto Colombo avranno così la possibilità di approfondire la conoscenza di Italo Calvino attraverso le parole di uno dei più rilevanti poeti del nostro tempo Giuseppe Conte, che ha avuto una conoscenza diretta con il grande scrittore del Novecento.

Giuseppe Conte è poeta, drammaturgo, traduttore e critico letterario,“ Amico della domenica “ giurato al Premio Strega, è stato docente di lettere anche all’ Istituto Colombo , il suo ultimo libro , in questo anno in cui si celebrano i Settecento anni dalla scomparsa di Dante Alighieri , ha titolo “ Dante in love” un affascinante romanzo con protagonista il Sommo Poeta.  Il suo  romanzo, “Il Terzo Ufficiale”, Longanesi 2002 ha vinto i premi Hemingway e Basilicata. Ha tradotto Blake, Shelley, Whitman, D. H. Lawrence, ed ha curato l’antologia La lirica d’Occident