Quantcast

Imperia, incompatibilità consigliere Falbo: la minoranza ora raccoglie le firme per portare il caso in consiglio

Respinta la richiesta della consigliera Ponte di inserire il punto nella seduta di lunedì

Imperia. Non sarà discusso nemmeno nel prossimo consiglio comunale in programma lunedì 15 marzo il caso sulla presunta incompatibilità del consigliere di maggioranza Giuseppe Falbo.

La richiesta presentata dalla capogruppo del Movimento 5 Stelle Maria Nella Ponte, infatti, non è stata inserita all’ordine del giorno perché considerata dal presidente Pino Camiolo «tardiva», rispetto alla seduta di ieri della conferenza capigruppo chiamata a decidere sull’ordine del giorno.

La Ponte, dopo un’accesa discussione, ha così deciso di raccogliere le firme (ne bastano 8) tra i consiglieri di minoranza per costringere la presidenza a convocare la riunione di consiglio sul punto, a questo punto monotematica, entro 20 giorni dalla richiesta.

Giuseppe Falbo con la sua azienda  si è aggiudicato l’appalto per la pulizia dei locali della Seris, società partecipata al 100 per cento dal Comune. In occasione dell’ultimo consiglio comunale sul caso era stata inserita una discussione che, però, non prevedeva il voto, e quindi la stessa Ponte aveva chiesto che il punto venisse rinviato.