Quantcast

Imperia, il sindaco Claudio Scajola risponde alle domande del Consiglio Comunale dei Ragazzi: «Diventi appuntamento fisso»

«È stata l'ora più bella della mia giornata», sono state le parole del primo cittadino

Imperia. «È stata l’ora più bella della mia giornata». Con queste parole il sindaco Claudio Scajola ha concluso l’incontro in videoconferenza con il Consiglio Comunale dei Ragazzi, durante il quale i giovani studenti hanno posto al primo cittadino alcune domande sul presente e il futuro di Imperia. «È un’iniziativa utile per dare maggiore collegamento tra il Consiglio Comunale dei Ragazzi e il Sindaco. Propongo di renderlo un appuntamento fisso, ogni due o tre mesi, di modo da poterci confrontare sui temi che ritenete più sentiti», ha aggiunto.

In apertura di seduta, presieduta dal sindaco dei Ragazzi Greta Fabiano, il primo cittadino ha parlato della situazione legata all’emergenza Covid, invitando i ragazzi a stare attenti alla diffusione delle fake news e ad affidarsi alla ricerca scientifica che «è riuscita a darci un vaccino che funziona in meno di un anno, un risultato storico».

Tra i temi più sentiti dai ragazzi sono emersi quelli legati alla raccolta differenziata dei rifiuti, alla gestione dei parchi e delle aree verdi, alla futura pista ciclabile e all’unione tra Oneglia e Porto Maurizio.

Il sindaco ha poi spiegato il percorso che precede l’apertura di un’opera pubblica. «Dovete pensarlo come un iceberg. Quando vedete un cantiere, quella è la punta, la parte finale. Sotto ci sono i 4/5 del lavoro, che non si vedono. Si parte da una visione, che ti serve a sviluppare un’idea e un progetto di fattibilità. Poi devi ricercare le risorse, fare un progetto completo, fare una gara e far partire i lavori in tempi rapidi. È una grande fatica, che non si vede, ma guai nella vita ad occuparsi soltanto di ciò che si vede».