Quantcast

I Måneskin in gara a Sanremo 2021 con “Zitti e buoni”: «Vogliamo fare ciò che ci piace e non quello che va di moda»

Un brano con un sound duro che vuole essere una dichiarazione di intenti della band: «Noi siamo questi»

Sanremo. «Sappiamo che la nostra canzone ha un sound duro rispetto a quelle che ci sono in cima alle classifiche di questi tempi, ma noi vogliamo fare ciò che ci piace e non quello che va di moda». I Måneskin, gruppo rivelazione dell’edizione 2017 di X Factor, sono in gara al 71° Festival di Sanremo con “Zitti e buoni“.

Il gruppo rock, composto da Damiano alla voce, Victoria al basso, Thomas alla chitarra e Ethan alla batteria, ha lavorato a lungo al brano, che nasce ancora prima della partecipazione al talent di Sky: «É stato scritto con un’identità diversa e nel tempo ha subito molte modifiche mentre stavamo sviluppando il nostro stile, lo abbiamo rivisto e riadattato fino a giungere a questa versione che arriva dopo il nostro tour in Italia e in Europa», raccontano.

Zitti e buoni” vuole essere una dichiarazioni di intenti della band: «Non è rivolto a nessuno in particolare, non abbiamo nemici nel mondo, ma siamo un gruppo che ha studiato per arrivare ad avere un’identità riconoscibile e una volta arrivati a questo punto quello che diciamo è: noi siamo questi, la nostra musica e il nostro progetto sono questi e nessuno potrà mai spostarci da tale principio».

«L’idea di portare questa canzone a Sanremo è venuta molto naturale quando abbiamo compreso che ci rispecchiava a pieno, pensando che era così sbagliata per questo evento che alla fine diventava giusta  – dichiarano i Måneskin –  . Quello dell’Ariston è un palco storico e importantissimo dove siamo abituati a vedere una musica che rispetta certi canoni e per questo molti pensano che bisogna adattarsi, ma per noi non è assolutamente così».