Quantcast

Festival 2021, La Rappresentante di Lista: «Molte persone ci hanno scoperto grazie a Sanremo»

In gara tra i Campioni con "Amare"

Sanremo. «Ad oggi siamo molto felici di essere al Festival di Sanremo. L’impatto è sempre lo stesso di quando si affronta un pubblico che non si conosce, ci si mette la faccia, è un grande senso di responsabilità. Per noi è stato un punto di forza la musica dal vivo, abbiamo sempre considerato una grande apertura che la musica fa, abbiamo bisogno di rivedere la gente negli occhi. Speriamo che Sanremo possa essere un “urrà” alla riapertura degli spazi culturali. Molte persone non ci conoscevano e ci hanno scoperto grazie al Festival, questo è il bello di Sanremo» – dicono Veronica Lucchesi e Dario Mangiaracina de La Rappresentante di Lista, in gara tra i Campioni a Sanremo 2021 con “Amare”.

«Il videoclip del brano lo abbiamo girato a Palermo ai Cantieri Culturali alla Zisa, un ex area industriale oggi utilizzata come spazio espositivo, vi è infatti una galleria d’arte, una scuola di teatro, un museo di poesia, è praticamente una piccola città dentro alla città. E’ un luogo che sta soffrendo in questo momento perché ha grande difficoltà a riprendersi e così abbiamo cercato di riportarlo in vita. Abbiamo cercato di dare spazio e voce ai questi luoghi e agli spazi di condivisione perché hanno bisogno di amplificatori e di mostrare quella che è la forza che si può creare all’interno» – dicono parlando del video del brano.

E’ uscito il loro nuovo album “My Mamma”: «Siamo eccitati – annunciano – perché oggi è uscito il quarto disco. Abbiamo investito tanto tempo e ricerca, tante relazioni sono cresciute per portarlo a termine. Il nostro disco parla di crescita, di scelte da prendere e da che parte stare. Parlare di comunità significa condividere quello che facciamo, per questo disco infatti c’è stato bisogno di una grande creatività di artisti. Nell’album c’è un percorso di crescita, di collettività. La crescita è impossibile senza l’incontro della collettività. Nel disco si parla di eredità, di cosa ci viene lasciato e cosa lasceremo al mondo, cosa vuol dire lasciare qualcosa a qualcuno. Unisce la sua vocazione innata per il laboratorio, a un’esplorazione sempre più consapevole e matura nei temi, nella scrittura e nella produzione. Nonostante il periodo di distanza dal palco, la reclusione nelle case e lo sconforto del mondo della musica, l’album ha una vitalità invidiabile, una reazione istintiva al momento difficile. Lo abbiamo fatto in periodi in cui c’era la possibilità di muoversi. Ci siamo spostati in giro per l’Italia per trovare le persone. La maggior parte del disco è stata girata a Palermo e in Toscana ad Arezzo».

Ieri sera si sono esibiti in “Splendido splendente” di Donatella Rettore: «L’abbiamo scelta perché è un’artistica anticonformista, ha voglia di far passare i suoi contenuti anche attraverso altre personalità, ci siamo trovati molto in sintonia per il tipo del lessico che usava nei suoi brani e il movimento del corpo, ha fatto scattare la scintilla».

La Rappresentante di Lista

La Rappresentante di Lista (LRDL) è un progetto che nasce nel 2011 dall’incontro tra la cantante Veronica Lucchesi e il polistrumentista Dario Mangiaracina. I due si erano conosciuti a Milano l’anno prima durante l’allestimento di uno spettacolo teatrale e si erano successivamente spostati a Palermo per unirsi a un gruppo di artisti che, sotto la spinta della protesta del Teatro Valle di Roma, aveva riaperto il Teatro Garibaldi. Durante l’occupazione, Dario e Veronica, incontrano vari esponenti della scena musicale siciliana tra cui Roberto Cammarata, chitarrista e produttore palermitano. Grazie anche alla collaborazione con questi musicisti nasce il primo album de LRDL che verrà pubblicato nel 2014 dall’etichetta bolognese Garrincha Dischi.

Da Palermo parte il primo tour del duo e (Per la) Via di Casa viene candidato alle Targhe Tenco come miglior disco d’esordio. Veronica e Dario iniziano a scrivere il secondo disco Bu Bu Sad già durante questo primo tour strutturando quella che sarà la loro cifra stilistica: una scrittura fortemente visionaria e una sintesi tra cantautorato e sonorità elettroniche. Prendono in prestito dai dibattiti sull’identità sessuale il termine “queer” (strambo, oltre il genere, trasversale) definendosi una “queer pop band”. Giorgio Canali, qualche tempo dopo, li definirà “obliqui”.

Dalla primavera del 2015 il trombettista Enrico Lupi e la percussionista Marta Cannuscio entrano a far parte del gruppo. A settembre Veronica è nominata miglior voce femminile della scena indie dal MEI e la band è tra i 60 finalisti di Sanremo Giovani con il singolo Apriti Cielo!.

A dicembre dello stesso anno esce Bu Bu Sad (candidato alle Targhe Tenco come miglior disco dell’anno) e si unisce alla band anche Erika Lucchesi, sorella di Veronica. Il tour del secondo disco porta i cinque musicisti ad esibirsi in tutta Italia con grande successo di pubblico e critica. Nel marzo del 2017 esce Bu Bu Sad Live registrato durante il tour nei club. Nell’agosto dello stesso anno la band è ospite dello Sziget Festival e della rassegna Musicultura. Sempre nell’estate dello stesso anno LRDL è tra le band chiamate a riarrangiare una delle canzoni di Tregua di Cristina Donà per la riedizione del disco che verrà pubblicata nel settembre del 2017.

La Rappresentante di Lista

Dopo un tour di oltre 200 date, a gennaio del 2018, LRDL porta in scena Bu Bu Suite: riscrittura per ensemble di musica da camera del repertorio della band in collaborazione con il M° compositore Francesco Leineri. Con la fine del tour, prima in Marocco e poi in Toscana, Veronica e Dario iniziano a definire la scrittura delle nuove canzoni. La produzione del terzo disco ha inizio all’interno dello studio Fat Sounds di Palermo in collaborazione con il produttore storico Roberto Cammarata e con il supporto della band che continua ad ampliarsi con l’ingresso del batterista Roberto Calabrese. È l’incontro con il produttore Fabio Gargiulo che riporta la band a Milano. Qui si definisce la scrittura e la creazione di Go Go Diva, terzo album in studio del gruppo. L’album è uscito il 14 dicembre 2018 per Woodworm. L’album è stato seguito da un lungo tour che ha registrato numerosi sold out nei principali club di tutta la penisola e affascinato il pubblico dei maggiori festival estivi, confermando la band come una tra le realtà più trasversali e interessanti del panorama musicale contemporaneo.

A maggio 2019, inoltre, LRDL si è esibita sul palco del Concertone del Primo Maggio in Piazza San Giovanni a Roma. Nel 2019, il Go Go Diva tour ha ricevuto il premio come Best Live da Keepon, sia nella versione nei club che nella versione estiva. Il premio è assegnato sommando i voti dei promoter di tutta Italia aderenti al circuito Keepon.

A gennaio 2020 il brano Questo corpo, estratto dal disco Go Go Diva, è stato inserito all’interno della colonna sonora della serie TV “The New Pope”, creata e diretta da Paolo Sorrentino, sequel della fortunatissima “The Young Pope” sempre a firma del regista Premio Oscar.

A febbraio 2020 LRDL sale sul palco del Teatro Ariston di Sanremo al fianco di Rancore e Dardust, nella serata dei duetti, esibendosi nel brano “Luce” di Elisa. Le musiche di Go Go Diva sono state incluse nella colonna sonora della serie Il Cacciatore 2, in forma riarrangiata dalla band stessa. Veronica Lucchesi, inoltre, ha recitato nella stessa serie, ricoprendo un importante ruolo. Alle riprese hanno preso parte anche gli altri componenti della band, impersonando membri della band di Maria, ruolo di Veronica Lucchesi.

Veronica svela: «Amo lo shaolin kung fu e lo pratico, sto studiando sciabola in questo momento. E’ una disciplina che unisce eleganza, equilibrio e forza. Ti aiuta ad affrontare la giornata con grande tranquillità». Dario invece ama la Ferrari: «Non seguo il calcio. Sono un tifoso sfegatato della Ferrari, piango ogni volta che Leclerc prende la pole position».