Quantcast

Coronavirus, il consigliere regionale Ioculano: «Presidente Toti deve fare scelte sulla sanità in Liguria»

«La politica sanitaria nel suo complesso si dimostra lacunosa: il piano vaccinale va a rallentatore e la Liguria si attesta in fondo alla classifica delle regioni italiane per somministrazioni effettuate»

Genova. «Presidente di Regione o assessore alla sanità nel momento durante la battaglia sanitaria più difficile della nostra storia? Occorre una scelta perché di mezzo ci va letteralmente la nostra vita. Il presidente Toti deve fare delle scelte sulla sanità in Liguria. Per ora prevalgono confusione e scarsi risultati».

Lo ha dichiarato il consigliere regionale Enrico Ioculano del Partito democratico. «L’ultimo sconfortante atto del governo di Toti è stato il caso di Sanremo, aperture e repentine chiusure che hanno causato l’irritazione di tutte le attività economiche territoriali e aumenti di contagi.

La politica sanitaria nel suo complesso si dimostra lacunosa: il piano vaccinale va a rallentatore e la Liguria si attesta in fondo alla classifica delle regioni italiane per somministrazioni effettuate.

Siamo preoccupati per la salute dei nostri concittadini che si meritano una direzione politica chiara e definita. La gestione dell’emergenza sanitaria nel Ponente, i ritardi e le contraddizioni nelle misure prese in campo sono l’ennesima prova di una gestione della sanità improvvisata e fragile.

Una delega che Toti gestisce part time: è impensabile contestualmente fare il presidente di Regione, l’assessore al bilancio, l’assessore alla sanità e il leader politico nazionale. Serve un cambio di passo: nomini l’assessore alla sanità».