Quantcast

Consiglio regionale, all’ordine del giorno anche la situazione dell’A10 tra Ventimiglia e Imperia Est

Affrontati diversi temi

Genova. Nella giornata di oggi si è svolto il Consiglio regionale. Sono stati affrontati diversi temi:

Bonus Emergenza Covid-19 alle famiglie richiedenti
Fabio Tosi (Mov5Stelle) ha presentato un’interrogazione, sottoscritta dal collega del gruppo, in cui ha chiesto alla giunta quanti “Bonus emergenza Covid-19”, a valere sui finanziamenti POR FSE LIGURIA 2014- 2020 deliberati dalla giunta il 3 marzo 2020, sono stati erogati. Tosi ha ricordato che si tratta di un contributo a parziale copertura delle spese per l’acquisto di strumenti informatici, installazione fibra per lo svolgimento della didattica a distanza e per l’ulteriore strumentazione dedicata a studenti disabili.

L’assessore alle politiche sociali Ilaria Cavo ha ricordato che in una prima fase erano state deliberate positivamente 12 mila e 973 posizioni e che FILSE ha preso atto il 23 dicembre di 5.355 rinunce. Cavo ha rilevato che è stato dato un ulteriore tempo rispetto a quello inizialmente previsto, dopo di ché sono scattate le graduatorie successive per poter andare a scorrere sugli altri beneficiari. «Fino ad oggi – ha aggiunto – sono stati concessi da FILSE ulteriori 4 mila 200 contributi e risulta erogato il fondo al 70 per cento delle pratiche pervenute». L’assessore ha quindi illustrato nel dettaglio i fondi messi a disposizione.

Nomina del commissario dell’Agenzia per la promozione turistica “In Liguria”
Enrico Ioculano (Pd-Articolo Uno) ha presentato un’interpellanza, sottoscritta dai componenti del gruppo, in cui ha chiesto i motivi della divisione delle deleghe turismo e gestione dell’Agenzia turistica In Liguria. La gestione e riforma dell’Agenzia è passata – ricorda – al vicepresidente della Giunta, mentre in precedenza era accorpata all’assessorato al turismo quindi ora il Commissario dovrà tenere conto delle indicazioni sia del vicepresidente che dell’assessore e ciò potrebbe creare possibili sovrapposizioni.

Il vicepresidente della giunta Alessandro Piana ha illustrato le deleghe specifiche in capo alla Regione in materia di turismo e quelle dell’Agenzia, che si occupa anche di marketing territoriale e che sarà sottoposta ad un processo di riforma per ampliarne le competenze. «Come da programma di governo – ha aggiunto – l’agenzia promuoverà a 360 gradi la Liguria in Italia e all’estero». L’assessore ha confermato la piena collaborazione con il collega Berrino nella presenza al Tavolo di concertazione sul turismo.

Modifica normativa regionale in materia di parchi
Gianni Pastorino (Linea Condivisa) ha presentato un’interrogazione in cui ha chiesto l’obiettivo della giunta sulla riforma sui parchi, «che – ha detto – sembra in contrasto con la legge nazionale e non tiene conto della sentenza con cui la Corte costituzionale ha dichiarato illegittima la legge regionale del 2019 che ha modificato la normativa in materia». Il consigliere ha chiesto se la giunta ha valutato profili di incompatibilità affidando ad un solo amministratore controllo, coordinamento e gestione della materia.

L’assessore regionale ai parchi Alessandro Piana ha precisato: «L’obiettivo non è il parco unico, noi intendiamo mantenere tutti gli Enti parco, anzi – ha aggiunto – auspichiamo di potenziarli, ma non pensiamo a loro come entità autonome». L’assessore ha specificato: «Gli enti parco si devono coordinare con la Regione che mette, fra l’altro, le risorse finanziarie. Si è pensato di razionalizzare – ha aggiunto – e questa è una possibilità proprio per destinare ulteriori risorse alla loro vita amministrativa». Piana si è dichiarato disponibile a modifiche della normativa per evitare a «inutili contenziosi».

Attuazione legge regionale sulla sicurezza dei lavoratori nelle autostrade
Gianni Pastorino (Linea Condivisa) ha presentato un’interrogazione in cui ha chiesto alla giunta lo stato di attuazione della legge regionale 2 del 2020, in particolare circa le responsabilità della Regione e se si sta predisponendo un report sulla sua corretta attuazione. «La giunta – ricorda – entro 60 gg dalla entrata in vigore della legge, deve corredare i progetti per lo svolgimento delle attribuzioni dei sindacati con specifici accordi».

L’assessore alle infrastrutture Giacomo Giampedrone ha ricordato i recenti incontri, di cui l’ultimo il 22 dicembre scorso, in cui si è riunito il tavolo sulla sicurezza del lavoro in autostrada, che ha visto anche la partecipazione dei sindacati. «Sarà mio compito sollecitare gli organi preposti per maturare le condizioni per dare piena attuazione della normativa regionale – ha detto – che il Consiglio ha fortemente voluto e che io condivido».

Proposte per il Parco Nazionale di Portofino
Selena Candia (Lista Ferruccio Sansa presidente) ha presentato un’interrogazione, sottoscritta dai colleghi del gruppo, in cui ha chiesto alla giunta di valutare la proposta del sindaco di Camogli sulla delimitazione dell’area per il nuovo Parco Nazionale di Portofino, anche attivando tavoli di concertazione con i sindaci dei Comuni coinvolti e i soggetti interessati. Il consigliere ha ricordato che il sindaco ha proposto di prendere come riferimento le dimensioni del Parco Nazionale delle 5 Terre.

Il vicepresidente della giunta e assessore ai parchi Alessandro Piana ha spiegato l’iter di costituzione del parco rilevando che la «costituzione di un’area protetta deve essere il risultato di un percorso condiviso e partecipativo con gli enti locali e non calato dall’alto» e che richiede un’analisi e nata da un’ampia concertazione. L’assessore, infine, ha ricordato la contrarietà al progetto già manifestata da alcuni Comuni del territorio.

Situazione della A10 tra Ventimiglia e Imperia est
Mabel Riolfo (Lega Liguria-Salvini) ha presentato un’interrogazione, sottoscritta dai colleghi del gruppo, in cui ha chiesto alla giunta gli interventi assunti nei confronti del MIT e della società “Autostrada dei Fiori” per sollecitare l’ultimazione dei lavori sul tratto interessato dell’A10 e affinché adottino interventi urgenti per l’esenzione della tariffa del pedaggio tra i caselli di Ventimiglia e Imperia Est. Riolfo ha ricordato le esenzioni concesse per analoghi motivi da Prà e da Bolzaneto fino a Rapallo su A10, A7 e A12.

L’assessore alle Infrastrutture Giacomo Giampedrone ha spiegato i tre cantieri lungo la tratta che comportano la presenza di 5 scambi di carreggiata, che scenderanno a 3 da aprile e ad un solo cantiere durante le vacanze di Pasqua. «Secondo la società concessionaria – ha aggiunto – questi cantieri non comportano particolari turbative al traffico». Giampedrone ha annunciato di avere chiesto al Mit e alle concessionarie un tavolo tecnico per rendere più fluido e automatico il passaggio alla gratuità dei pedaggi nelle zone soggette ai cantieri

Disservizi sulla rete di telefonia mobile Tim
Sandro Garibaldi (Lega Liguria-Salvini) ha presentato un’interrogazione, sottoscritta dai colleghi del gruppo, in cui ha chiesto alla giunta se ci sono state altre interlocuzioni con il gestore Tim e se vi è l’intenzione di adottare ulteriori interventi nei suoi confronti per rimediare ai disservizi sulla rete di telefonia mobile nell’area del Tigullio. Il consigliere ha ricordato l’interrogazione, presentata sullo stesso argomento il 19 gennaio scorso, e che Tim era disponibile a limitare il più possibile le criticità.

L’assessore alla Tutela dei consumatori Simona Ferro ha riferito in aula la risposta della società che, nonostante gli interventi già compiuti, ha ammesso che sul territorio di Chiavari e dell’entroterra si rilevano ancora 51 guasti antecedenti al marzo 2021 e che la società conta di risolvere il problema nella seconda metà di marzo. Ferro, dichiarandosi non soddisfatta della risposta di Tim, ha assicurato ulteriori interventi per sollecitare il ripristino della rete.

Servizi a sostegno delle donne in gravidanza nel Ponente Ligure
Fabio Tosi (Mov5Stelle) ha presentato un’interrogazione, sottoscritta dal collega del gruppo, sul fatto che «dal novembre 2020 il “punto nascite” e il reparto di Ostetricia e ginecologia dell’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure è chiuso al pubblico a causa della carenza di medici ginecologi e che questa situazione – ha detto – sta causando gravi disagi». Tosi ha chiesto alla giunta di attivare un servizio maggiormente e più facilmente accessibile per questa categoria di utenti.

L’assessore alle Pari opportunità Simona Ferro ha spiegato che nella fase di riunificazione temporanea dei “punti nascita” presso l’ospedale San Paolo di Savona è stato necessario, per garantire la sicurezza delle donne, centralizzare le attività diagnostiche pre-parto in un unico polo. E’ stata comunque confermata la riattivazione questa settimana del servizio dedicato ai tamponi, previsti nel “percorso nascita”, presso il Santa Corona di Pietra Ligure.

Contro il negazionismo delle Foibe
Il Consiglio regionale ha approvato all’unanimità un ordine del giorno, presentato da Stefano Balleari (FdI) e Stefano Mai (Lega Liguria Salvini), e sottoscritto da tutti i gruppi, che impegna la giunta a esprimere «ferma condanna dei gravissimi fatti e a richiedere in ogni sede che i responsabili vengano perseguiti e punti secondo norma di legge». Il documento si riferisce ai manifesti, affissi abusivamente a Genova il 21 marzo scorso con la scritta “No Foibe, no Party” accanto al simbolo della sedicente “Azione antifascista”. Nell’ordine del giorno si denuncia che inneggiare alle Foibe «rappresenta una vergognosa aberrazione storica da denunciare in ogni sede e da perseguire legalmente anche in considerazione dell’articolo 414 del Codice Penale che prevede il divieto di apologia di delitto».