Quantcast

Collaboratori di Irama positivi, il cantante in quarantena. Amadeus: «In gara il video delle prove»

Si profila un altro "caso Bobby Solo". Ora occorre l'ok degli altri concorrenti

Sanremo. Dopo essersi sottoposti a tampone molecolare, è stata confermata la positività al Covid-19 di due membri dello staff di Irama. Il cantante, che avrebbe dovuto esibirsi questa sera al 71° Festival di Sanremo con il brano “La genesi del tuo colore“, si trova ora in quarantena, in quanto, nonostante risulti attualmente negativo, potrebbe sviluppare i sintomi in seguito.

«Ieri mattina un collaboratore di Irama è stato trovato positivo all’antigenico rapido. Subito è scattato il molecolare per tutto lo staff di Irama e Irama compreso. Il collaboratore è nuovamente positivo al molecolare e così anche un altro collaboratore di Irama», spiega il vicedirettore di Rai1, Claudio Fasulo che prosegue:

«Tutti quelli che sono entrati in contatto con loro devono fare 14 giorni di quarantena, questo significa che, anche se aspettiamo una comunicazione ufficiale della Asl di Imperia, a termini di regolamento, Irama si ritirerà e non può passare in onda. La vicenda si conclude in questo modo triste. Aspettiamo la comunicazione dell’Asl, ma quello che accadrà concretamente è che dovrebbe ritirarsi. A termini di regolamento, si ritira», le parole di Fasulo.

Amadeus ha però proposto una soluzione per permettere al cantante di gareggiare comunque, ovvero trasmettere il video delle prove in teatro di Irama: «Chiedo a tutti i cantanti, se sono d’accordo di tenere in gara Irama mandando in onda il video della prova generale. Questo gli permetterebbe di esserci in gara», ha dichiarato il direttore artistico e conduttore.

Si profila dunque un altro “caso Bobby Solo”, primo concorrente nella storia della kermesse canora a ricorrere al playback a causa di una laringite nel 1964.