Quantcast

Biker ed escursionisti, per l’estate un nuovo sentiero dedicato nella zona del Monte Nero

Il progetto è stato affidato al Consorzio Forestale Monte Bignone

Sanremo. Per l’estate sarà operativo un nuovo percorso, nell’entroterra della Riviera dei Fiori, dedicato ai biker ed all’escursionismo. Il Comune matuziano e i Comuni dell’areale di Monte Nero (Bordighera, Ospedaletti, Vallebona e Seborga) hanno siglato tra di loro un protocollo d’intesa finalizzato alla realizzazione ed attivazione, entro la prossima stagione estiva, di un sentiero di collegamento, fruibile in bici anche da non esperti oltre che da trekker, che unisca la zona di San Romolo con quella di Monte Nero. Si chiamerà “Raccordo alto”.

Dice il sindaco Alberto Biancheri «Questo territorio non può vivere di solo mare, abbiamo ancora un mondo da scoprire». «Se sapremo valorizzare il nostro entroterra costiero non saremo secondi a nessuno». Spiega l’assessore sanremese Giuseppe Faraldi, nel contesto della firma del protocollo, sottolineando anche l’importanza della sinergia tra enti. Importanza sottolineata, insieme alle potenzialità turistiche del territorio, da tutti i primi cittadini dei Comuni firmatari. Il costo delle opere di realizzazione si aggira sui 10.000 euro.

Il progetto è stato affidato al Consorzio Forestale Monte Bignone, a fronte della propria esperienza e operatività in tema di reti sentieristiche per l’outdoor, l’individuazione del tracciato più opportuno e la progettazione e coordinamento esecutivo degli interventi sistematori necessari.

Il Consorzio Forestale Monte Bignone ha provveduto ad effettuare varie ricognizioni e valutazioni progettuali, in modo da redigere una proposta di intervento la più concreta ed operativa possibile e realizzabile negli stretti tempi indicati.

«Il tracciato meno difficoltoso individuato si appoggia su un sentiero già esistente nella zona del Marzocco ed è saltuariamente utilizzato da bikeristi esperti in quanto presenta attualmente in 3-4 punti delle difficoltà circoscritte ma non agevolmente bypassabili  – si legge nella relazione del consorzio – Sono generate dall’affioramento di potenti bancate di arenaria che emergono creando dislivelli non direttamente smussabili. Il sentiero ha inizio (dal basso) a quota 700 m e dopo alcune centinaia di metri raggiunge quota 796 mscavalcando la selletta al limite del territorio di Sanremo. Si può proseguire quindi in comune di Seborga lungo la rete di piste e sentieri che porta anche verso Montenero. Allo scopo di rendere fruibile la percorrenza a bikeristi “non molto esperti” è necessario superare, principalmente con piccoli by pass e sistemazioni puntuali, le difficoltà di transito localizzate, rimuovere la vegetazione arbustiva e le ramaglie presenti ai lati sull’intero tracciato ed allargare sino a c.a 80 cm, nonchè livellare, il piano di fondo del sentiero, in modo che abbia un andamento fluido e una pendenza contenuta. Le operazioni suddette possono principalmente essere effettuate manualmente, ma si dovrà necessariamente utilizzare un mini-escavatore per eliminare le criticità localizzate e, all’occorrenza, per livellare il fondo. Una voltasistemato il sentiero si collocheranno alcuni pali segnaletici (in legno). Globalmente si deve intervenire in un tratto lungo circa 700 m; tale tratto, attualmente già sentiero, verrà successivamente trasformato in pista carrabile per scopi di prevenzione incendi (AIB), come da progetto redatto dal Comune di Sanremo e finanziato attraverso il bando PSR- Mis.M08.03».

IL TRACCIATO 

riviera24 - sentiero biker monte nero