Quantcast

Trasporti, Berrino: «Al caos sulle autostrade della Liguria si sommano i tagli dei treni, il Governo intervenga»

«Ad oggi il turismo è fermo ma le merci e i lavoratori hanno il diritto di potersi spostare»

Genova. Giornata particolarmente difficile per chi si è dovuto spostare sulle autostrade della Liguria. Questa mattina, infatti, si sono registrati 4 chilometri di coda sulla A10 tra Arenzano e l’allacciamento A10/A26 Genova-Gravellona Toce in direzione Genova, 2 chilometri in senso opposto tra Genova Pegli e lo stesso allacciamento e 2 chilometri sulla A7 in direzione Genova tra Busalla e Bolzaneto. I lavori che si protrarranno fino a fine marzo hanno messo a dura propria le principali arterie autostradali liguri prolungando notevolmente i tempi di percorrenza.

«Al caos sulle autostrade causato dai lavori, ormai purtroppo abituali, che rendono ad una sola corsia gran parte della A10 e della A12 – precisa l’assessore regionale ai Trasporti e al Turismo Gianni Berrinodobbiamo sommare anche la soppressione dei treni Thello, la chiusura della ferrovia Cuneo-Ventimiglia e la mancanza della statale del Tenda. Siamo stufi: Genova e la Liguria non possono più sopportare questa situazione».

«Ad oggi il turismo è fermo ma le merci e i lavoratori hanno il diritto di potersi spostare e quindi chiediamo immediatamente al nuovo Ministro dei Trasporti Giovannini un rinforzo dei treni Intercity Milano-Genova-Ventimiglia e Milano-Genova-La Spezia. E’ un impegno che il Governo deve prendersi immediatamente: è un diritto dei liguri potersi muovere», conclude l’assessore.