Quantcast
Sanremo, stop ai circhi e tassa sui proprietari che abbandonano gli animali - Riviera24
Le novità

Sanremo, stop ai circhi e tassa sui proprietari che abbandonano gli animali

In approvazione l'aggiornamento al regolamento sugli animali. Le proposte del consigliere Umberto Bellini

Generico febbraio 2021

Sanremo. Stop ai circhi con animali e tassa sui proprietari che abbandonano gli animali domestici al canile. Sono questi gli aspetti principali dell’aggiornamento al regolamento sugli animali di Palazzo Bellevue che saranno sottoposti all’attenzione del consiglio comunale nella prossima seduta. Due punti fortemente voluti dal consigliere con delega Umberto Bellini, incaricato lo scorso anno dal sindaco Biancheri proprio in materia di tutela degli animali.

Secondo la bozza che passerà all’approvazione del commissione consigliare competente il prossimo 4 marzo, l’amministrazione comunale prevede di introdurre dei paletti mirati per limitare (non si può parlare di divieti che non sarebbero ammessi dalla legge), gli spettacoli viaggianti che sfruttano gli animali. Una serie di misure ad hoc che di fatto andranno a rendere molto difficile il ritorno nella Città dei Fiori dei circhi. Da una parte si punta a ridurre al minimo gli spazi disponibili del Comune, escludendo Pian di Poma – location tradizionale per eventi del genere – e lasciando libera eventualmente la frazione di San Romolo, location sicuramente meno appetibile e più difficile da raggiungere con i camion. In secondo luogo si pensa di vietare, per regolamento, l’esibizione di certe specie guardando alla Convenzione di Washington.

Tra le novità più importanti concordata con l’assessore Lucia Artusi (che ha la delega di giunta), c’è l’introduzione di una “tassa” sullo spossessamento del valore di 500 euro – importo suscettibile di variazioni -, che dovrebbe essere pagata dal proprietario al momento della consegna al canile o al gattile di un animale domestico di proprietà. Oltre all’obolo, bisognerà fornire anche una documentazione puntuale sullo stato di salute della bestiola che per i più diversi motivi non si vuole o non si può più tenere in casa con sé. «L’obiettivo che mi ha spinto a proporre queste modifiche al regolamento in vigore, approvato nel 2006 quando ero consigliere di opposizione e frutto della collaborazione con il consigliere Dario Daniele, è di responsabilizzare maggiormente i proprietari che scelgono di aprire la famiglia agli animali domestici, salvo poi ripensarci, spiega Bellini. Per quanto riguarda i circhi, personalmente sono assolutamente contrario e ritengo certi spettacoli contro natura e fuori dal tempo. I paletti che andiamo a porre lasceranno le porte spalancate agli artisti umani che a Sanremo sono e saranno sempre i benvenuti».

commenta