Quantcast
La richiesta

Sanremo, Palafiori alla Sinfonica ma manca il bando per le collaterali al Festival

Interpellanza dei consiglieri Artioli e Correnti di Liguria Popolare

Palafiori

Sanremo. I consiglieri comunali Andrea Artioli e Piero Correnti hanno depositato un’interpellanza urgente sul bando per l’utilizzo del Palafiori durante il Festival.

«Non è ancora stato fatto – fanno sapere i consiglieri comunali – anche se già a luglio il comune ha dato lo stabile alla Fondazione della Sinfonica assieme a un finanziamento di 1.400.000 che deve essere restituito a rate col ricavato dell’affitto del Palafiori stesso durante il Festival».

Ecco il testo dell’interpellanza:

«I sottoscritti Consiglieri comunali rivolgono al Sindaco e alla Amministrazione la seguente

INTERPELLANZA

e premesso

Che con ordinanza del Consiglio Comunale n. 40 del 22 luglio 2020 veniva deciso di dare in comodato ventennale alla Fondazione Orchestra Sinfonica di Sanremo gli spazi del Palafiori, meglio individuati, al fine anche di consentirne il miglior sfruttamento per la valorizzazione turistica della città anche in occasione del Festival di Sanremo e in funzione delle esigenze connesse alla manifestazione, consentendo anche di ricavare risorse economiche con cui restituire al Comune stesso nel termine di 12 anni previsto la anticipazione di liquidità per euro 1.400.000,00 concessa alla stessa Fondazione con la medesima delibera;

Che in tale ottica e per tale scopo la Fondazione ha dato in locazione gli spazi presenti presso il Palafiori anche per l’anno 2021, in continuità al gestore affidatario degli anni pregressi a causa dell’emergenza Covid-19, al fine di realizzare e gestire “ Casa Sanremo” per lo svolgimento di iniziative collaterali allo svolgimento del Festival di Sanremo quali, esemplificativamente, ospitality, sale stampa, conferenze stampa, rappresentazioni musicali e presentazioni editoriali e artistiche, collegamenti audiovisivi ;

Che è necessario operare con adeguata capacità programmatoria, di cui molte volte si sente la mancanza nella gestione tanto dell’ordinaria quanto della straordinaria amministrazione da parte dell’Ente Comune di Sanremo e delle sue società partecipate e articolazioni autonome quali la Fondazione, di modo da assicurare flussi di cassa certi e temporalmente coordinati con gli impegni finanziari assunti;

Che appare quindi opportuno il tempestivo svolgimento di gara pubblica per l’affidamento da parte della Fondazione degli spazi presenti presso il Palafiori da destinarsi alle iniziative collaterali del Festival della Canzone Italiana per un tempo funzionale al termine previsto per la restituzione a favore del Comune di Sanremo del finanziamento concesso;

Che appare altresì opportuno che tale bando di gara venga pubblicato tempestivamente, prima dell’avvio della prossima edizione del Festival di Sanremo, fruendo della grande attenzione tra gli operatori del settore artistico, musicale e discografico, che sussiste prima dell’inizio della kermesse canora, anche per l’incognita data dal permanere dell’emergenza pandemica che potrebbe determinare ricavi e riscontri pubblicitari disallineati con il trend degli anni pregressi scoraggiando gli operatori interessati, tanto con esperienze pregresse quanto nuovi desiderosi di approcciarsi a tale settore di intrapresa artistica ed economica;

Che viceversa a causa di tanto negati quanto malcelati contrasti tra la Direzione e la Dirigenza della Fondazione sembrerebbe essersi instaurata una dinamica di rimpalli di responsabilità che sta portando al rallentamento, se non paralisi, dell’attività amministrativa e gestoria della stessa, e ciò allorché mancano poche settimane all’avvio del Festival;

Che il Consiglio Comunale, purtroppo sistematicamente, non viene messo a parte dall’Amministrazione delle dinamiche gestionali della Fondazione Orchestra Sinfonica, come peraltro anche delle altre Società e/o Enti partecipati dal Comune, salvo allorché necessiti in via di urgenza di sottoporre alla approvazione dell’assise provvedimenti volti a ripianare situazioni di crisi economica sovente frutto proprio della mancata programmazione gestionale, dell’inadeguatezza del management e della direzione, del mancato confronto con le forze sindacali e con le rappresentanze dei lavoratori e della assenza di progetti strategici coordinati tra la Amministrazione Comunale nelle Sue articolazioni e le società partecipate stesse

CHIEDONO

di dare informazioni urgenti sulle condizioni e tempistiche previste per l’effettuazione della gara pubblica, da parte della Fondazione Orchestra Sinfonica, per la ricerca e assegnazione a favore di operatori professionali idonei alla gestione del Palafiori per lo svolgimento delle iniziative collaterali al Festival della Canzone Italiana» – scrivono i consiglieri comunali Andrea Artioli e Piero Correnti di Liguria Popolare.

commenta