Quantcast

Sanremo, “Il Musaico. Scritti sullo spettacolo” è il nuovo libro di Freddy Colt foto

Prefazione di Paola Silvano

Sanremo. Mentre a livello nazionale si sta diffondendo la monografia “L’astro di Pippo Barzizza” uscito con l’editore Carocci di Roma, l’editrice sanremese Lo Studiolo sforna giusto prima del periodo festivaliero una raccolta di scritti dello stesso autore, Freddy Colt, sotto il titolo de Il Musaico. Scritti sullo spettacolo”.

Si tratta di una ricca raccolta di articoli, saggi, documenti che coprono un arco di oltre vent’anni; studi, medaglioni di personaggi, commenti critici apparsi su riviste, giornali, pubblicazioni di autori vari, sia a carattere locale che non: testi apparsi a suo tempo su “La Gardiöra du Matüssian”, su “L’eco della Riviera”, su “World Music Magazine”, su “Nobiltà”, sul “Bollettino di Villaregia”, ovviamente sul “Mellophonium”, etc. Tra gli argomenti trattati nel volume di 260 pagine – che risulta come Tomo 1° cui seguirà un altro il prossimo anno – troviamo testi sulla musica popolare sanremasca (i “Menestrelli” e i canterini di varie epoche), sui musicisti stranieri passati in loco tra Ottocento e Novecento, una breve storia delle bande filarmoniche della Riviera, omaggi al Maestro Hazon, al Maestro Bruzzone, a Fred Buscaglione, Natalino Otto, Ernesto Bonino, e ancora Dodo Goya, Garibaldi Floritta e Maria Borgo.

Si parla del “Caso Sfilio”, ovvero la riscoperta della validissima scuola violinistica matuziana degli anni 20 e 30, ma anche del “Sultanato dello Swing”, della Festa “Ra Barca”, del teatro dialettale e altro ancora. In appendice viene riproposto il progetto di Freddy elaborato nel 2005 per la realizzazione del Museo della Musica, un testo regolarmente depositato in Comune e discusso pubblicamente nel 2006 alla presenza del sindaco Claudio Borea. «Ma ovviamente dimenticato, forse ignorato, proprio ora che si è tornato a parlare di una simile struttura museale: magari vi si può trovare qualche spunto di riflessione!» – sottolinea Colt.

Dalla prefazione di Paola Silvano emerge una domanda provocatoria: «È disposta la città a finanziare uno dei più grandi sogni mai sognato per lei?». Il volume da qualche giorno è disponibile nelle librerie di Sanremo, al prezzo di euro 22. Come si suol dire in queste circostanze: è un’opera che non può mancare nella biblioteca di tutti gli appassionati di storia e tradizioni locali, di musica, di folklore, di memorie da preservare contro l’usura del tempo.