Quantcast

San Valentino, da San Romolo prende il via un’escursione alla scoperta di Bajardo

E' adatta a chi ha allenamento nel cammino

Più informazioni su

Bajardo. Domenica 14 febbraio prende il via un’escursione alla scoperta di Bajardo.

«Domenica festeggiamo San Valentino in un paese di cui siamo innamorati Bajardo, partiamo da San Romolo e salendo sul monte Bignone che fa parte del Parco Naturale, dove un tempo arrivava la più lunga funivia del mondo con uno sviluppo di 7 km. Il panorama quassù è veramente molto bello sulle montagne circostanti Alpi Liguri e Marittime, il mare e la costa sia italiana che francese.

Scendiamo in una faggeta in alcuni tratti ripida e attraverso i sentieri arriviamo a Bajardo, paese sacro per i celti ed i druidi, sacerdoti, che in cima al paese facevano riti propiziatori a Belenos il Dio del Sole protettore della natura e del bestiame. In cima al paese la chiesa di San Nicolo il cui primo impianto risale all’epoca dei romani, ma purtroppo il terremoto del 1887 fece crollare il tetto e causò la morte di moltissime persone. La chiesa è rimasta senza tetto ed ha un che di magico un luogo a cielo aperto.

Dopo esserci riempiti gli occhi del panorama sulle montagne Toraggio, Pietravecchia, Grai e tutta la catena montuosa, e la pancia con il pranzo al sacco rientriamo a San Romolo con un giro ad anello e al ritorno il panorama è sul mare» – dicono gli organizzatori.

Scheda tecnica
Dislivello 350 m circa
Tempo di percorrenza A/R 6 ore + le soste
Lunghezza 15 km
Difficoltà: E – Escursionistico, adatto a chi ha allenamento nel cammino

Dati logistici
Ritrovo a Imperia parcheggio autostrada Imperia ovest, alle 9 per chi arriva dall’estremo ponente a San Romolo alle ore 10.00.

Info e prenotazioni
Marina Caramellino 337 1066940
Guida Ambientale Escursionistica iscritta AIGAE

Equipaggiamento
«Per l’escursione è consigliabile dotarsi di scarponcini alti con buona suola, abbigliamento adatto alla stagione, k-way, una borraccia d’acqua e i bastoncini sia per la salita che la discesa. Dotarsi di tutte le misure di sicurezza (DPI) riportate nel regolamento» – sottolineano gli organizzatori.

Più informazioni su