Quantcast

Progetto Finnover e le sue ricadute sul territorio, il 18 marzo tavola rotonda online con i partner italiani

Scopo dell'incontro: aprire la riflessione sull'importanza di poter sviluppare nuove strategie che riescano a coniugare la produttività, la competitività e la sostenibilità attraverso l’incentivazione di filiere verdi

Imperia. Trasferimento di conoscenze e competenze tra il mondo della ricerca e le piccole-medie imprese del territorio transfrontaliero: ecco le tematiche principali della tavola rotonda che si terrà, in modalità online, il prossimo 18 marzo dalle 16,30 alle 18 e che vedrà protagonisti i partner italiani del progetto, i quali esporranno traiettorie e future possibilità alle istituzioni partecipanti.

L’incontro ha lo scopo di aprire la riflessione sull’importanza di poter sviluppare nuove strategie di territorio che riescano a coniugare la produttività, la competitività e la sostenibilità attraverso l’incentivazione di filiere verdi, indirizzate alla valorizzazione di nuovi prodotti da fonti naturali del territorio e che hanno impiego nel campo della nutraceutica e nella lotta a malattie delle colture d’interesse agrario e ornamentale.

In particolare, il progetto Finnover ha come scopo incentivare e supportare filiere verdi volte alla valorizzazione di prodotti ottenuti da gemme, funghi, lavanda e microorganismi. I risultati hanno impatti sui settori della salute e del benessere umano (prodotti di interesse nutraceutico e gemmoderivati); dell’agricoltura naturale (biostimolanti, nuove molecole per la lotta a parassiti e malattie delle piante); dei biocidi. E’ stato, quindi realizzato uno studio di fattibilità volto a valutare la maturità tecnologica dei prodotti e a considerare il quadro normativo ed i mercati di riferimento per il loro inserimento nelle filiere produttive.

Il coordinatore Margherita Beruto, Istituto Regionale per la Floricoltura di Sanremo, presenterà le finalità e le attività di questo progetto che ha coinvolto un ampio partenariato italo-francese con strutture pubbliche e private (Università degli Studi di Genova- Difar e Disafa; Università degli Studi di Torino-Disafa; Impresa Verde Liguria Srl ; Gealpharma di Bricherasio- Torino; Ligusto snc di Villanova d’Albenga- Savona; l’Institut Sophia Agrobiotech, l’azienda Nixe Sarl, la Camera di Commercio Italiana Nizza Sophia Antipolis Côte d’Azur e l’Università Nice Sophia Antipolis).

Finnover 1198 (Strategie Innovative per lo sviluppo di Filiere Verdi transfrontaliere) è un progetto finanziato nell’ambito del Programma Europeo di Cooperazione transfrontaliera Interreg V-A Francia-Italia Alcotra 2014-2020 (http://www.interreg-finnover.com), Asse prioritario I- Innovazione applicata, Obiettivo specifico 1.1. Ricerca e Innovazione.

La tavola rotonda è moderata da Lorenzo Marcolini di Dintec scarl- Roma che ha collaborato con il partenariato nello studio di fattibilità. Interverranno il vicepresidente e assessore regionale Agricoltura, Allevamento, Caccia e Pesca, Sviluppo dell’Entroterra, Marketing e Promozione Territoriale, Parchi, Alessandro Piana, il presidente dell’Istituto Regionale per la floricoltura (IRF) Gianluca Boeri, in rappresentanza dell’Università degli Studi di Genova Patrizia Perego, dirigenti e funzionari di diversi settori interessati di Regione Liguria.

L’evento sarà registrato e pubblicato sulla pagina Facebook https://www.facebook.com/interregFinnover.