Quantcast

Prima di Imperia vs Borgosesia Mister Lupo è un fiume in piena «A metà percorso dico che ho un gruppo fantastico»

Obiettivo: ribaltare il ko dell'andata

Più informazioni su

Imperia. Domani alle ore 15 la ASD Imperia affronta il Borgosesia al ‘Nino Ciccione’. Nerazzurri sereni dopo il bel successo di Bra ma che, allo stesso tempo, vogliono cancellare il brutto ko dell’ andata. A dirigere la seconda giornata del girone di ritorno sarà il signor Guido Iacopetti, della sezione di Pistoia, assistito da Gennaro Scafuri, di Reggio Emilia, e da Luca Granata, di Parma. Mister Lupo recupera Donaggio e Fazio, rispetto all’ultima trasferta, ma saranno indisponibili Calderone, Travella, Minasso e Trucco.

PORTIERIDani, Palmieri- DIFENSORI – DeBode, Virga, Scannapieco, Malandrino, Gandolfo, Fazio- CENTROCAMPISTI – Giglio cap., Sancinito, Gnecchi, Grandoni, Martelli, Malltezi, Fatnassi- ATTACCANTI . Capra, Donaggio, Di Salvatore, Cassata, Sassari.

Prima di Imperia-Borgosesia, Mister Lupo, l’allenatore, ha così parlato in vista del match:  «La partita ha un valore triplo rispetto a quella di Bra perchè affrontiamo una diretta concorrente alla lotta per salvezza. Credo che questo match sarà la più importante dell’anno, senza voler essere ripetitivo. Qualcuno mi deride perché dico sempre le stesse cose ma, anche se ora la classifica è buona, penso che questo sarà uno spareggio. Poi ho una squadra che può vincere le partite soltanto con l’atteggiamento che l’ha sempre contraddistinta. Ed è determinante- Il campionato è poco oltre la metà, davanti c’è quasi un girone intero. Ed è tempo di un primo bilancio anche per il tecnico – Sicuramente cancellerei, come credo tutti, la sconfitta di Castellanza arrivata al centesimo minuto. Non ho invece una partita preferita: mi sono sempre emozionato perchè, per noi, ogni vittoria deve essere come alzare la Coppa del Mondo. E questo deve contraddistinguerci. Poi sapessi che mandando in panchina Fiani vinco di nuovo me ne andrei in tribuna, dove la partita si vede anche meglio. Due presenze di Matteo in panchina e sono arrivate due vittorie contro squadre importanti – A proposito di passato recente, in panchina a Bra appunto, Matteo Fiani faceva le veci dell’allenatore – Non mi sono inventato nulla e mi sono limitato a dare quelle indicazioni che sento dare, in settimana, dal Mister in settimana. Sposo la sua stessa mentalità calcistica. E’ stata una partita relativamente semplice. Cerco semplicemente di trasmettere l’amore che provo per questa maglia. E quando ci riesci poi ti senti parte di un progetto importante. Sono state società e Mister a creare un gruppo così forte e con un valore umano indescrivibile»

Lo sguardo di Alessandro Lupo va anche al futuro: «Tra qualche mese, vorrei vedermi alla Marina con l’asciugamano, a prendere il sole. Rilassato. Battute a parte, sono tesissimo per domani perché percepisco importanza della partita. Dobbiamo fare qualcosa di eccezionale. Fare risultato domani e vedremo il futuro più roseo Matteo è una spalla importante perché psicologicamente mi sgrava dal peso psicologico. Spero di aver trasmesso l’importanza del match ai miei ragazzi. Un’ultima considerazione: i giovani. Scelti con cura, ben preparati e stanno facendo la differenza:” I giovani corrono grazie a Fiani e sono cresciuti grazie anche ai vecchi che ho perché sono atipici: sono più giovani dei giovani. A metà percorso dico che ho un gruppo fantastico. Vorrei riconfermare queste parole alla fin

 

 

Più informazioni su