Quantcast

Meteo: piogge diffuse, temporali e vento in arrivo sulla Liguria

E' atteso il transito di una veloce perturbazione con precipitazioni diffuse su tutta la regione

Più informazioni su

Genova. Dopo le precipitazioni tra la serata di ieri e la notte, in particolare sul centro Levante e le schiarite della mattinata, dalla serata di martedì 9 febbraio, sulla Liguria, è atteso il transito di una veloce perturbazione. Sono previste piogge diffuse, rovesci e temporali in particolare ancora sul Centro Levante. Un quadro previsionale che ha portato Arpal ad emanare l’allerta meteo gialla per piogge diffuse e temporali.

Questa la scansione:

Centro della regione e bacini padani di levante (Zone B, E, bacini piccoli e medi): dalle 00.00 alle 10 di mercoledì 10 febbraio

Levante (Zona C) :

  • Bacini piccoli: dalle 00.00 alle 10 di mercoledì 10 febbraio
  • Bacini piccoli e medi: dalle 00.00 alle 15 di mercoledì 10 febbraio.

Tra la notte e il primo mattino il centro ma soprattutto il Levante della regione sono stati interessati da precipitazioni, localmente d’intensità moderata: 17 millimetri la cumulata oraria massima a Carro (La Spezia), in 12 ore 57.4 millimetri a Casale di Pignone, sempre nello spezzino.

Dopo una breve tregua mattutina le nubi sono andate rapidamente aumentando un po’ su tutta la regione e, dalla serata, è atteso un nuovo peggioramento per il transito di una perturbazione. Avremo precipitazioni diffuse su tutta la regione associate a rovesci e temporali anche di forte intensità più probabili sul centro e sul Levante: proprio a Levante i i fenomeni potranno essere più persistenti. Le precipitazioni tenderanno gradualmente ad esaurirsi dalla mattinata di domani a iniziare da Ponente. Da segnalare anche il rinforzo generalizzato dei venti meridionali e le mareggiate di libeccio in particolare lungo le coste di Levante.

Quella di giovedì sarà, poi, una giornata all’insegna del tempo soleggiato in attesa, venerdì, di un brusco e marcato abbassamento delle temperature. Il prossimo fine settimana sarà, dunque, all’insegna del freddo intenso.

Ecco i fenomeni meteorologici segnalati dall’avviso meteo emesso questa mattina:

Martedì 9 febbraio: in serata l’arrivo di una nuova veloce perturbazione determina precipitazioni diffuse anche a carattere di rovescio o temporale moderato. Venti meridionali in intensificazione fino a forti (50-60 km/h) e rafficati su ABC e sui rilievi di E, localmente di burrasca (60-70 km/h) sui capi di A. Mare in aumento fino ad agitato con mareggiate in serata per onda di libeccio.

Mercoledì 10 febbraio: nella notte il passaggio frontale è associato a piogge diffuse con intensità moderata e cumulate elevate su CE, significative su AB. Alta probabilità di temporali forti su BCE, bassa su AD. Quota neve oltre 1200- 1400 m, in calo localmente fino a 600-800 m su D. Esaurimento dei fenomeni in mattinata a partire da Ponente. Venti meridionali fino a burrasca (60-70 km/h) su C nella notte, forti (50-60 km/h) altrove in rotazione da Nord-Ovest su B in mattinata. Mare agitato con mareggiate per onda di libeccio, specie su C e parte orientale di B.

Giovedì 12 febbraio: venti settentrionali localmente forti (40-50 km/h) in serata su B e parte orientale di A. Mare molto mosso, localmente agitato su C per onda lunga di libeccio.

Questa la suddivisione in zone del territorio regionale:

A: Lungo la costa da Ventimiglia fino a Noli, l’intera provincia di Imperia, la valle del Centa

B: Lungo la costa da Spotorno a Camogli comprese, Val Polcevera e Alta Val Bisagno

C: Lungo la costa da Portofino fino al confine con la Toscana, tutta la provincia della Spezia, Val Fontanabuona e Valle Sturla

D: Valle Stura ed entroterra savonese fino alla Val Bormida

E: Valle Scrivia, Val d’Aveto e Val Trebbia

La Sala Operativa Regionale resterà aperta per tutta la durata dell’allerta. In caso di eventi intensi, durante l’allerta sarà pubblicato il monitoraggio sul sito https://allertaliguria.regione.liguria.it, inviato anche tramite Twitter (segui @ARPALiguria).

Nelle immagini la cartina con la distribuzione dell’allerta, la scansione oraria, lo scatto del satellite alle 12.

Più informazioni su