Quantcast

La Svolta, Corte d’Appello riduce pena al ventimigliese Cosentino

Cancellata l'ipotesi di banda armata dalle accuse

Ventimiglia. E’ stata ridotta stamani, dalla prima Sezione della Corte di Appello di Genova, la pena nei confronti di Giuseppe Cosentino, condannato a sette anni nell’ambito del processo antimafia “La Svolta”.

Il giudice di secondo grado ha infatti accolto la tesi della difesa, sostenuta dall’avvocato Marco Noto, cancellando l’ipotesi di banda armata dalle accuse nei confronti di Cosentino, che era stato condannato anche per associazione mafiosa. La pena è stata così abbassata a 4 anni e 8 mesi in quanto non è stato possibile provare che Cosentino fosse a conoscenza della disponibilità di armi da parte degli altri affiliati della cosca, facente capo allo scomparso boss della locale di Ventimiglia Giuseppe Marcianò.

Era stata la Cassazione, nel gennaio dello scorso anno, a rimandare la questione della banda armata al giudice di Appello. Cosentino ora è libero, in quanto tra custodia cautelare e pre sofferto ha già scontato tutta la pena.