Quantcast

Imperia, Ipsia “Marconi”: botta e risposta genitori-dirigenza su dad, giorni di vacanza invernali e pasquali

Segnalati disagi ma la scuola replica: «Tutto in regola»

Imperia. Botta e risposta tra un gruppo di genitori dell‘Istituto Marconi di Imperia e Sanremo e la dirigenza scolastica a proposito di presunte disfunzioni della didattica a distanza, giorni di fermo scolastico, vacanze pasquali.

«Vorremmo segnalare che –scrivono i genitori –  nonostante la didattica integrata nei nostri istituti funzioni poco e male per come è organizzata e a causa attrezzature informatiche non adeguate, o addirittura mancanti, la dirigenza scolastica ha deciso di procedere alla chiusura totale dei due plessi dal 9 al 12 febbraio. Gli unici in provincia. In un momento storico come questo, nel quale la scuola è fortemente penalizzata, a noi pare una decisione priva di senso. Troviamo altresì fuori luogo la scelta di prolungare le vacanze pasquali, oltre il calendario proposto dal Miur, come stabilito dalla dirigente nel collegio docenti del 30 settembre 2020».

La risposta della dirigenza scolastica: «In merito a quanto contenuto nella comunicazione relativa al periodo di sospensione delle attività didattiche dell’IIS Marconi dal 9 al 12 febbraio, risultano ad attento esame diverse anomalie, per non dire veri e propri errori formali, anche di una certa gravità. E’ del tutto erroneo attribuire, come sostenuto in ben due punti, la decisione alla dirigenza, dal momento che l’approvazione è del collegio docenti, sovrano in tale ambito di decisioni. La scuola deve  garantire 200 giorni di scuola, non si può pertanto considerare in nessun modo illegittima la delibera del Collegio Docenti, non essendo pervenuti aggiornamenti legislativi circa la durata dell’anno scolastico. Per la stessa ragione il ponte delle vacanze pasquali deliberato regolarmente dal collegio è legittimo a norma di legge. Infine, per quanto concerne l’affermazione iniziale circa la mancanza di dispositivi informatici efficienti si sottolinea che:   dopo lungo lavoro è stata resa efficiente la rete informatica, risultata del tutto obsoleta in entrambi i plessi,  è stato necessario ripristinare ex novo la rete wi-fi di ogni singola aula, le carenze attuali sono legate esclusivamente a pochi pc obsoleti, in via di manutenzione o sostituzione, a fronte di spese ingenti già affrontate dall’istituto, la dirigenza ha pertanto ereditato, essendo di recente immissione, una situazione altamente critica, con un apparato generale informatico in gravissime condizioni, a cui sta cercando di far fronte pur tra le poche disponibilità economiche dell’istituto, considerando l’entità e la gravità dei lavori necessari a causa di una situazione pregressa di degrado e abbandono sotto il profilo della dotazione tecnica lasciata dai predecessori».