Quantcast

Imperia, costituito il gruppo consiliare di “Cambiamo!”: intervento di Antonello Ranise

Raggruppa le liste di centrodestra esclusa la Lega

Imperia. «La costituzione del nuovo gruppo consiliare “Cambiamo! Con Toti“, rappresenta una novità importante nel panorama politico locale. Il senso di questa operazione non è solo una doverosa semplificazione e l’unificazione di tre sigle e gruppi consiliari sostanzialmente sovrapponibili per idee, obiettivi, ispirazione politica improntata al pragmatismo e al moderatismo», lo scrive in una nota il consigliere comunale Antonello Ranise.

«Si tratta -prosegue Ranise –  di un passaggio naturale dopo il sostegno dato alla candidatura di Marco Scajola alle consultazioni regionali, e al progetto politico del presidente Toti. È una scelta che vuole significare un modo nuovo e diverso di fare politica, una maggiore vicinanza ai problemi concreti del territorio, della gente, un approccio meno ideologico e meno “partitico”, lontano anni luce da una politica frusta che da anni non sa più esprimere nulla di nuovo, se non il solito vecchio teatrino, inconcludente e inadeguato. Non è un caso se a livello nazionale ci si è dovuti ancora una volta affidare ad una grande personalità, di altissimo profilo e carisma, tuttavia non certo espressione di un mandato popolare. È l’ ennesimo “impasse” della politica, che non può divenire la regola in una grande democrazia».

«Venendo alla nostra realtà, c’è grande soddisfazione per il successo ottenuto alle consultazioni regionali, che hanno visto “Cambiamo con Toti” essere il primo partito in Regione, con il 22,6% delle preferenze, un risultato straordinario che nella città di Imperia ha sfiorato addirittura il 27%. Sarà di grande importanza poi avere un riferimento in Consiglio Comunale per i tanti concittadini che hanno votato “Cambiamo!».

«Si è costituito un gruppo unico, che semplifica e mette insieme il sottoscritto, i colleghi Gianfranco Gaggero, Luca Lanteri, Alessandro Savioli e Davide Lamonica, quest’ ultimo eletto capogruppo, uniti da un unico progetto politico – amministrativo. Mi pare un fatto importante, un atto concreto che ha posto la “squadra” prima di tutto e prima dei singoli. Noto con piacere che altri amministratori si stanno avvicinando al nostro progetto: questo sia in città che in ambito provinciale. Ma ciò che ancora di più mi interessa e mi colpisce è il consenso e la vicinanza della gente, dei non “addetti ai lavori” che quotidianamente ci contattano. Ciò è significativo di un ritrovato entusiasmo e di una progettualità, quella di ricostruire un centro moderato dinamico e rinnovato nello stile è nei contenuti, di cui c’è assoluta necessità per rilanciare la politica con la P maiuscola», conclude Antonello Ranise.