Quantcast

Il Siulp: «A rischio il distaccamento di polizia stradale di Sanremo nel silenzio delle istituzioni cittadine»

Sarebbe il secondo caso in pochi mesi nella città dei fiori dopo la soppressione della sezione distaccata" della Squadra mobile

Sanremo. «A distanza di un anno, è “rispuntato”, il  progetto di soppressione di decine di distaccamenti di polizia  presenti su tutto il territorio nazionale. Per quanto riguarda il nostro territorio, la provincia di Imperia, è stata prevista la soppressione del Distaccamento polizia stradale di Sanremo, ufficio della Specialità presente nella Città dei Fiori che si colloca strategicamente al centro e pressoché equidistante sia dal Confine di Stato che da Imperia, particolare rilevante, soprattutto nei periodi di maggior congestione del traffico sia sulla viabilità ordinaria che autostradale, attese le ben tristemente note criticità del sistema viario ligure, martoriato di cantieri stradali». Lo scrive in una nota inviata alle redazioni il Siulp.

«L’anno scorso, rispetto all’analoga paventata “soppressione” (del Distaccamento Polizia stradale di Sanremo), questo Sindacato aveva posto in essere una notevole attività di sensibilizzazione a difesa e salvaguardia dell’importante presidio Istituzionale polizia stradale nella città matuziana ottenendo l’attenzione ed il sostegno delle Istituzioni e degli esponenti politici locali e regionali, che avevano favorevolmente condiviso, l’obiettivo comune della preservazione dell’ufficio di polizia, ponendo in essere, nell’ambito delle rispettive prerogative e competenze, iniziative in tal senso sia a livello locale (del Consiglio
Comunale oltre all’impegno del primo cittadino di mettere a disposizione uffici di proprietà comunale per allocare la Specialità – nell’intendimento di eliminare l’addotta motivazione “onerosità della locazione passiva”) che a livello regionale tanto che sembrava essere tramontata la paventata soppressione.

Quest’anno, e al momento, il Siulp riscontra, in merito, il totale silenzio del sindaco di Sanremo, il quale interessato da questo sindacato della rinnovata problematica con richiesta di specifico incontro non ha avuto dallo stesso o dal proprio staff, alcun segnale; per contro e fortuna, si è riscontrato l’interesse e la sensibilità di altri esponenti politici del territorio e a livello regionale.

In merito, il Siulp attesa la “frenesia” che si respira sul territorio per l’organizzazione della 71° edizione del Festival di Sanremo, rispettosamente ritiene di dover sottolineare come sia corretto e doveroso preoccuparsi per far sì che la manifestazione canora più importante dell’anno “Festival di Sanremo” si svolga nella massima sicurezza e “con le dovute distanze” tra i cantanti, tutte le arti, maestranze e parti impegnate per la miglior riuscita dell’evento, ma, ritiene altrettanto doveroso ricordare a tutti ed in primis al primo cittadino della Città dei fiori che, la manifestazione dura una sola settimana nell’arco dell’anno poi ci si dovrà occupare anche della circolazione stradale, che nel frattempo, probabilmente in assenza di prese di posizione anche dell’Amministrazione locale, avrà registrato il depauperato, di un’ulteriore quanto importante risorsa Istituzionale cittadina- soppressione del Distaccamento di Polizia Stradale- con tutto quello che ne potrà conseguire.  La soppressione del Distaccamento della Polizia Stradale, qualora attuato, costituirebbe, nei fatti, il secondo presidio di polizia soppresso in pochi mesi a Sanremo,  considerato che, sempre la città dei fiori ha subito, lo scorso dicembre, la soppressione della -“V Sezione Distaccata” -della Squadra Mobile di Imperia, importante articolazione che lavorava  proprio nel territorio sanremese, a tutela e salvaguardia della sicurezza della collettività tutta. Come Sindacato di Polizia, riteniamo doveroso denunciare pubblicamente, ancora una volta tutta la nostra preoccupazione rispetto al fatto che negli anni si è constatato che le chiusure di Uffici, non hanno comportato maggiori e/o migliori efficienze di altri, ma solo come già in più occasioni denunciato “affanni” dei restanti, per continuare a garantire la sicurezza ai cittadini. 

E’ per questo convincimento che il Siulp di Imperia prosegue vivo ed immutato, il proprio impegno, per il mantenimento dell’Istituzione presidio di Polizia Stradale a Sanremo, a difesa del diritto alla sicurezza  della circolazione stradale dei cittadini  e della collettività di Sanremo. 

Il  Siulp lancia un grido di allarme chiedendo a tutte le componenti Istituzionali – Politico – sindacali di voler porre in essere ogni utile iniziativa volta alla preservazione della polizia stradale a Sanremo  , prevedendo magari, in un’ottica di ottimizzazione e risparmio della spesa pubblica, un’allocazione logistica in locali di proprietà del Comune di Sanremo, come di fatto il primo cittadino ne aveva ipotizzato la fattibilità, l’anno scorso, perché diversamente tranne il depauperamento istituzionale non si sarà perseguito alcun altro obiettivo visto che il trasferimento di attribuzioni alla Sottosezione di Ventimiglia dovrà, necessariamente, comportare un notevole esborso economico da parte dello Stato, per adeguarla all’accoglimento degli organici e mezzi previsti dal relativo Decreto, atteso che ora il Distaccamento Polizia Stradale di Ventimiglia insiste in complessive “cinque stanze” riservategli all’interno dell’omonimo Commissariato di P.S., struttura peraltro obsoleta».