Quantcast

Festival di Sanremo, ristoranti sanremesi potranno accogliere dipendenti Rai

Davanti all'Ariston si potrà transitare ma sarà vietato fermarsi

Sanremo. Una convenzione tra i ristoratori matuziani e la Rai, per offrire ai dipendenti servizio mensa. E ancora ordinanze specifiche per le aree davanti al Teatro Ariston, dove tra il 2 e il 6 marzo prossimo andrà in scena il 71esimo Festival di Sanremo.

Sono le prime novità nell’organizzazione della kermesse canora ai tempi del Covid-19, emerse al termine dell’incontro in Prefettura che ha visto riunirsi il Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, in videocollegamento con Rai, per proseguire l’interlocuzione avviata la scorsa settimana in materia di sicurezza in occasione del prossimo Festival di Sanremo.

Tutti d’accordo sul fatto di non adottare drastiche misure preventive, ma di modulare gli interventi in relazione al contesto, anche grazie ad un capillare controllo cittadino da parte delle forze dell’ordine.

Durante la riunione di questa mattina si è entrato maggiormente nel dettaglio di alcuni provvedimenti: tra le principali novità, appunto, la possibilità per i ristoratori sanremesi interessati di stipulare un contratto di convenzione di mensa aziendale con Rai rivolto ai soli dipendenti dell’azienda precedentemente individuati. Su questo, al termine dell’incontro, il sindaco Alberto Biancheri ha preso contatti con i vertici locali di Confcommercio per fare da tramite affinché gli esercenti interessati attivino le necessarie procedure.

In materia di sicurezza, si è poi deciso di procedere a specifiche ordinanze riferite alle aree davanti al Teatro Ariston e in prossimità degli alberghi. In queste zone, sarà consentito il transito ma non sarà possibile sostare, così da prevenire la formazione di assembramenti.