Quantcast

Festival di Sanremo, nello spot dell’edizione 70 + 1 lo “sfottò” a Matteo Renzi

Confermata presenza fissa di Ibra e Achille Lauro

Sanremo. «Ci vorrebbe quello toscano, quello bravo a fare le crisi». A dirlo nello spot di lancio dell’edizione 70+1 del Festival di Sanremo è la voce di Rosario Fiorello. Nel breve video-clip, che sarà trasmesso a partire dai prossimi giorni sui canali Rai e anche sui social, è contenuto un chiaro ‘sfottò’ all’ex premier Matteo Renzi, causa della crisi di governo che ha portato alle dimissioni del premier Conte, preso ad esempio dal “Cis”, Comitato Ignora Sanremo: un “finto” e auto ironico sodalizio con il quale gli organizzatori del Festival cavalcano l’ondata di malcontento che l’organizzazione della kermesse canora ha scatenato.

«Ho fatto tanti record nella mia vita, mi manca Sanremo: Fiorello, Amadeus, preparatevi che faremo un altro record». A dirlo è il campione Zlatan Ibrahimović, la cui presenza al Festival è stata confermata da Amadeus nella conferenza stampa di stamane.

Oltre all’attaccante del Milan, ad accompagnare Ama e Fiore, ci sarà il cantautore Achille Lauro, che sta lavorando a cinque “quadri” diversi da presentare ogni sera dal palco dell’Ariston. «Tornerò con tutta la mia follia», ha preannunciato il poliedrico artista, che lo scorso anno ha stupito gli spettatori con le sue eccentriche performance.

Svelati alcuni dettagli del futuristico palcoscenico dell’Ariston, realizzato con 7 chilometri di Streap led, 600 metri quadrati di  ledwall e 20 i chilometri di cavi: 60 tra costruttori e tecnici che hanno lavorato per realizzarlo.

Generico febbraio 2021