Quantcast

Festival di Sanremo, Fiorello: «Dobbiamo portare buonumore nelle case degli italiani»

Chiarito il regolamento: se artista positivo al Covid-19, sarà costretto a ritirarsi

Sanremo. Cosa accadrà a un cantante che nel corso della gara dovesse risultare positivo al Covid-19? «Sarà costretto a ritirarsi». Ad annunciarlo sono i vertici Rai che nel corso della conferenza stampa per la presentazione del Festival di Sanremo 70+1 hanno chiarito la dinamica di quello che succederà sul palco dell’Ariston. «Se un cantante dovesse diventare positivo, o se lo dovesse essere uno dei suoi collaboratori – hanno spiegato – Si atterrà a quelle che sono le prescrizioni dei Dpcm in vigore e quindi sarà costretto al ritiro».

E se ad ammalarsi fosse lo stesso Amadeus? Con gli dovuti scongiuri Ama risponde: «Non diteglielo, ma in quel caso Fiorello dovrebbe fare da solo». Ma Fiore non ci sente e tornando in collegamento fa l’appello dei colleghi presentatori: «Preparatevi Carli Conti, Alessandro Greco, Fabio Fazio… Marzullo… Preparatevi perché da solo non ci sto su quel palco».

E’ stato lo showman siciliano a chiudere, con le sue battute, la conferenza stampa: «Dobbiamo portare il buonumore nelle case degli italiani, perché ce n’è bisogno – ha detto – Vi racconterò dal palco cosa mi ha detto quel deficiente (rivolto ad Amadeus, ndr) ad agosto. Viva Sanremo, viva il Festival. Noi ci siamo e ci saremo, ci Sanremo».