Quantcast

Espulsa dal Movimento 5 Stelle la deputata sanremese Leda Volpi

Aveva votato no alla fiducia al governo Draghi, si dice pronta a dare battaglia

Sanremo. C’è anche la deputata sanremese Leda Volpi tra i parlamentari del Movimento 5 Stelle espulsi per aver votato contro la fiducia al governo Draghi. L’onorevole di origini toscane ma sanremese d’adozione – medico, era stata eletta a poche settimane dal suo trasferimento nell’Asl1 Imperiese – risulta essere tra le destinatarie del provvedimento di espulsione.

«Ebbene sì, la letterina è arrivata anche a me, commenta Volpi sui social. Con una mail mi è stato comunicato dal capogruppo del M5S alla Camera Davide Crippa (che onore, è la prima volta che mi contatta!) che sono stata espulsa dal gruppo parlamentare. La motivazione è che, con il mio NO alla fiducia al governo Draghi, ho pregiudicato “l’immagine e l’azione politica del movimento 5 stelle”. In realtà, parliamoci chiaro, sono stata espulsa per essere rimasta coerente con i valori fondanti del movimento stesso. Adesso sarà aperta anche la procedura disciplinare interna al M5S. Ribatterò punto per punto, perché tutta questa storia ha diversi profili di illegittimità giuridica oltre che assurdità dal punto di vista politico.

Continua Volpi: Leggendo il nostro statuto e il codice etico, i probiviri avranno un bel da fare! Ho sempre seguito le regole, sempre stata in pari con le rendicontazioni (al contrario di tanti colleghi, alcuni anche con RUOLI importanti nel movimento…ops, questa è una violazione dello statuto!). E poi, sempre da statuto, un’altra violazione è la non leale collaborazione tra colleghi…e qui ci sarebbero tante cose da dire! Ma torniamo a noi… Ringrazio i tanti colleghi, attivisti e collaboratori che mi hanno espresso solidarietà e ammirazione. Mi scaldate il cuore. Continuerò come sempre a lavorare per portare avanti la voce e gli interessi dei cittadini».

Tra deputati e senatori che si sono rivoltati all’indirizzo dagli iscritti di Rousseau si contano circa 40 componenti.