Quantcast

Coronavirus, la gaffe sul sito della Regione Liguria: «Oggi è zona gialla»

Cittadini sempre più confusi tra norme e zone colorate, cade in errore pure l'ente regionale

Genova. Non bastava il caos delle continue ordinanze ministeriali e la confusione generata dai tanti Dpcm contenenti le regole alle quali i cittadini devono sottostare: a complicare la situazione ci si è messa pure Regione Liguria che sul sito internet dell’ente ha scritto che da oggi, domenica 14 febbraio, la Liguria è in zona gialla. E non arancione, come invece è secondo l’ordinanza del ministero alla Salute Roberto Speranza.

Una svista, forse, dettata dalla convinzione che il neo-nominato premier Mario Draghi accogliesse l’istanza presentata dal presidente Giovanni Toti di rinviare di un giorno l’ingresso in zona arancione. Dopo “quer pasticciaccio brutto”, per citare Gadda, dell’Asl5 che ha inserito gli omosessuali nelle categorie a rischio Covid-19 (insieme alle prostitute e ai tossicodipendenti), ora la Regione dovrà scusarsi anche per quest’ultima gaffe, visto l’errore potrebbe costare caro ai liguri che, informandosi sul sito internet regionale, violassero le norme della zona arancione.