Quantcast

Attentanto al Bataclan, il sanremese Rosario Marcianò condannato per diffamazione

In primo grado a un anno di reclusione e 20mila euro di risarcimento danni

Sanremo. Il complottista sanremese Rosario Marcianò è stato condannato in primo grado, in abbreviato, a un anno di reclusione, oltre al risarcimento dei danni a ciascuna delle parti civili riconosciuto in 20.000 euro più le spese legali per diffamazione aggravata per le sue affermazioni inerenti l’attacco al Bataclan.

Secondo Marcianò aveva dichiarato che l’attentato terroristico al Bataclan di Parigi, avvenuto il 13 novembre 2015, era in realtà un’enorme messinscena organizzata da vittime inesistenti pagate per recitare come attori. Tra questi, anche l’italiana Valeria Solesin. Sono stati proprio i parenti della vittima italiana a denunciare il blogger complottista.