Tennis Club Bordighera, l’assessore allo Sport Gnutti risponde a Mara Lorenzi

«Già che la consigliera Lorenzi è interessata alla vicenda in quanto socia ed assidua frequentatrice del circolo, potrebbe provare ad impegnarsi in prima persona»

Bordighera. L’assessore allo Sport di Bordighera Stefano Gnutti risponde alle dichiarazioni di Mara Lorenzi del gruppo Civicamente Bordighera in merito al Tennis Club della Città delle Palme.

«Generalmente non intervengo a commento delle esternazioni del consigliere Lorenzi, che usa la terza persona come ormai non fa più nemmeno il Sommo Pontefice, ma l’altezzosa disinvoltura delle parole utilizzate mi spingono con scarso entusiasmo a delle puntualizzazioni.

Accusare a capodanno a mezzo stampa in un monologo senza contraddittorio il gestore del Tennis Club di “scarsa imprenditorialità” e di “cattiva gestione ” che “va corretta prima che causi disastri” mi sembra di cattivo gusto ed irriguardoso nei confronti di chi sta comunque garantendo nelle difficoltà l’attività del circolo.

Tanto più alla fine di un anno come il 2020 in cui tutte le società sportive ( e purtroppo non solo quelle) versano in grandissima difficoltà economica. Francamente mi sembra cinico e poco collegato alla realtà.

Già che la consigliera Lorenzi è interessata alla vicenda in quanto socia ed assidua frequentatrice del circolo, potrebbe provare ad impegnarsi in prima persona, cercare di ottenere il consenso dei soci, diventare presidente e qualora ci riuscisse, concretamente verificare se è tanto facile gestire una società sportiva, organizzare eventi sportivi di richiamo, accontentare le richieste dei soci, fare investimenti, cercare sponsor e pagare le spese. Se ci riuscisse avrebbe il plauso di tutti i cittadini che hanno a cuore il Tennis Club e ovviamente anche dell’Amministrazione.

Apprezzo che la consigliera si sia accorta che l’Amministrazione, a suo dire assente, ha da poco investito 40000 euro per rifare completamente l’impianto di illuminazione su tutti e sei i campi; per informazione questo intervento, oltre che per migliorare il comfort dei soci, è stato fatto nella prospettiva di organizzare un evento giovanile internazionale nella primavera scorsa.

Purtroppo nel 2020 sono state cancellate le Olimpiadi, i campionati europei di calcio, perfino il circuito dei tennisti professionisti ha incontrato grandi difficoltà, pazienza, ci si riproverà nel 2021 sperando che la situazione sanitaria migliori, altrimenti saremo nuovamente tacciati di immobilismo ed incapacità.

Per quanto riguarda i controlli, peraltro effettuati con regolarità, non hanno mai avuto carattere inquisitorio o sanzionatorio ma semplicemente sono stati confronti volti ad ascoltare le problematiche, a suggerire potenziali miglioramenti e a cercare di trovare delle soluzioni ai problemi reali che si presentano, magari non sempre riuscendoci. Queste situazioni ovviamente sono state discusse con il Gestore e non lanciate con disinvoltura sui media.

Ci perdoni la consigliera se non sono state redatte pagine e pagine di verbali ma l’Amministrazione cerca di essere per quanto possibile snella e concreta, chi si impegna e prova a fare corre il rischio di sbagliare, comoda è invece la posizione di chi dice quello che dovrebbero fare gli altri» – commenta l’assessore allo Sport di Bordighera Stefano Gnutti.