Serie D, la Sanremese cade a Sestri Levante: secondo stop di fila per i biancoazzurri

Prossimo impegno domenica al Comunale contro la Folgore Caratese

Sanremo. Al Sivori va in scena il derby tra corsari e biancoazzurri in una gara che promette scintille: stessa posizione di classifica, stessa voglia di ben figurare per le due compagini. In casa rossoblù diverse assenze: mancano Contipelli, Bianchi e Marianelli, positivi al Covid; Rivi e Lai invece sono stati svincolati all’apertura del mercato dei dilettanti. Mister Ruvo insomma ha la rosa ridotta all’osso. Tra i biancoazzurri, storicamente bestia nera del Sestri, dal primo minuto tornano Pici e Ponzio in difesa e Gagliardi a centrocampo. Indisponibile Bregliano squalificato per un turno dopo l’espulsione rimediata a Saluzzo. In avanti, con Lo Bosco non al meglio, fiducia al tandem Diallo – Romano. Il nuovo acquisto Miccoli, arrivato in settimana, è in panchina.

Il match si mette subito in discesa per la Sanremese che passa dopo appena tre minuti: Diallo riceve palla in area in mezzo ad una selva di gambe, si gira e di giustezza infila Salvalaggio inutilmente proteso in tuffo. Sanremese in vantaggio! Che inizio per gli ospiti!

La risposta del Sestri arriva al 7’ con una punizione da lontano di Selvatico, Dragone blocca a terra. La Sanremese controlla e in ripartenza può fare male. Al 17’ uno spiovente di Demontis dal limite per poco non pesca Romano davanti al portiere. Il centrocampista sardo si ripete al 25’ con un tiro cross da destra che attraversa tutto lo specchio della porta senza che nessuno riesca ad intervenire. Un minuto dopo Ferretti è costretto ad abbandonare il campo per problemi fisici: al suo posto entra Puricelli.

La gara entra nel vivo col passare dei minuti: al 27’ ci prova senza fortuna di testa Mikhaylovskiy, Salvalaggio non corre pericoli. Un minuto dopo una girata di Buso termina alta sulla trasversa. Alla mezzora ci prova Croci, ma la mira dell’attaccante rossoblù è ancora una volta imprecisa. Il Sestri insiste e costruisce la prima vera palla gol al 35’ con Cavalli, Dragone ci mette una pezza e manda in angolo con un intervento d’istinto.

L’ultimo sussulto al 39’ è ancora di marca biancoazzurra: il tiro di Doratiotto dal limite sfiora il palo per questioni di centimetri. Nella ripresa pronti via e dopo tre minuti il Sestri trova il pareggio: su un disimpegno errato di Ponzio, Buso capisce tutto, ruba palla e scatta via, si presenta a tu per tu con Dragone, lo supera con una finta e deposita la palla nella porta sguarnita. Sestri – Sanremese 1-1! Per Buso nipote d’arte, parente di quel Renato Buso ex attaccante di Juventus e Fiorentina, è l’ottavo centro in campionato.

I rossoblù ci provano ancora due minuti dopo con Cirrincione, Dragone si accartoccia e blocca. La risposta dei matuziani arriva tra il 51’ e il 53’ con due conclusioni poco fortunate di Gagliardi e Doratiotto, Salvalaggio non corre pericoli.

Il Sestri costruisce un’altra palla gol al 55’: Croci appoggia a Cirrincione sulla destra, cross di prima intenzione del numero undici di casa, tiro di Puricelli, miracolo di Dragone che manda in angolo.

I padroni di casa, non paghi, ci credono e completano la rimonta al 62’: Puricelli con un tocco di fino al limite dell’area mette Croci davanti a Dragone, l’attaccante con estrema freddezza non sbaglia e insacca con un preciso rasoterra. Sestri avanti per 2-1! Al 70’ i corsari battono una punizione dal limite con Selvatico, Dragone para a terra.

Mister Bifini prova a correre ai ripari e inserisce Murgia e il neo acquisto Miccoli per Castaldo e Doratiotto. La Sanremese cerca di stringere i tempi e chiude i rossoblù nella propria metà campo. Il forcing dei matuziani produce due occasioni: al 74’ Murgia conclude verso la porta, Salvalaggio interviene, poi Romano di testa per poco non riesce a deviare verso la porta. Due minuti dopo il numero uno di casa con un intervento prodigioso nega a Romano da pochi passi la gioia del pareggio.

La parata super di Salvalaggio su Romano è l’ultima emozione del match che si trascina in maniera confusa anche nei tre minuti di recupero. La Sanremese spinge ma non passa. Finisce 2-1 per i corsari che non vincevano un derby al Sivori contro i matuziani dal 1995. Per i biancoazzurri è il secondo stop consecutivo dopo l’1-0 di Saluzzo. Prossimo impegno domenica al Comunale contro la Folgore Caratese.

Il tabellino:

Sestri Levante: Salvalaggio, Cavalli, Grea, Pane, Chella, Selvatico, Buffo, Ferretti (26’ Puricelli), Croci, Buso (90’ Cuneo), Cirrincione (79’ Iurato). A disposizione: Distasio, Marzi, Lipani, Canovi, Zanoli, Mazzali. All. Alberto Ruvo

Sanremese: Dragone, Pici (89’ Sturaro), Ponzio (81’ Scarella), Mikhaylovskiy, Castaldo (71’ Murgia), Demontis, Gagliardi, Diallo, Gemignani, Doratiotto (71’ Miccoli), Romano. A disposizione: Gennaro, Lo Bosco, Lodovici, Pellicanò, Fenati. All. Alessio Bifini

Arbitro: Raimondo Borriello di Arezzo

Assistenti: Luigi Ingenito di Piombino e Christian Giannetti di Valdarno

Reti: 3’ Diallo; 48’ Buso, 62’ Croci

Note: Giornata variabile tipicamente invernale, gara a porte chiuse. Ammoniti Mikhaylovskiy, Grea, Doratiotto, Murgia. Angoli 10-6 per la Sanremese. Recupero 1’ pt, 3’ st.