Quantcast

Sanremo, oggi la Rai presenta il piano sicurezza del Festival. Ipotesi zona rossa intorno all’Ariston e pubblico di vaccinati

Diverse le stime sulla composizione numerica della platea: potrebbero essere medici e infermieri in prima linea contro il Covid

Sanremo. Si terrà questa mattina il primo incontro preliminare in Prefettura a Imperia per la presentazione del piano della sicurezza predisposto da Rai per il 71° Festival della Canzone Italiana. Stando alle indiscrezioni trapelate nelle ultime ore, i vertici di Rai1 avrebbero accantonato definitivamente l’ipotesi di una nave bolla per il pubblico, offerta gentilmente da Costa Crociere. Troppe le polemiche legate all’operazione che piaceva ad Amadeus.

Si va quindi verso una platea dalle 100 alle massimo 500 persone a serata composta prevalentemente da medici e infermieri vaccinati. Un premio pensato da Rai per chi ha combattuto il Covid-19 in prima linea e allo stesso tempo garanzia per l’organizzazione di avere un pubblico immunizzato.

L’altro aspetto di grande rilevanza è determinato dalla possibile applicazione di una “red zone” intorno all’Ariston nella quale a partire dalla sera intorno alle 19 potranno accedere soltanto residenti e addetti ai lavori. Red zone che dovrebbe durare per tutta la settimana festivaliera. Come aveva avuto modo di ribadire ieri il sindaco Alberto Biancheri, l’edizione 2021 della kermesse sarà molto diversa da quelle a cui la città era abituata. Anche gli eventi collaterali dovrebbero essere ridimensionati e pensati in ottica prettamente televisiva: in particolare il palco di piazza Colombo, dove il pubblico potrebbe essere nuovamente selezionato o addirittura del tutto assente. Maggiori dettagli saranno svelati in giornata al termine del vertice di questa mattina con il prefetto di Imperia.