Quantcast

Riapertura delle scuole, genitori dell’Amoretti di Imperia preoccupati: «Orari di ingresso incompatibili coi bus»

Disagi per chi proviene da paesi e farzioni:«Si pretende che le famiglie si organizzino e riescano a sopperire alla mancanza di mezzi pubblici»

Imperia. «Si pretende che in tre giorni le famiglie si organizzino e riescano a sopperire alla mancanza di mezzi pubblici e portare i figli a scuola e andarli a riprendere. È impossibile. Considerare poi che i ragazzi usciranno alle 14.55. Non c’è un cenno a dove mangeranno e cosa è previsto in tal senso».

Cresce la protesta da parte dei genitori degli alunni che frequentano l’istituto “Amoretti” del capoluogo  che comprende Liceo Linguistico, Scienze Umane e l’Artistico.

I genitori chiedono alla preside Beatrice Pramaggiore di ripristinare l’orario ufficiale o di proseguire con la didattica a distanza a partire dall’11 gennaio, data decisa dal Governo per la riapertura delle scuole.

«In ottemperanza a quanto stabilito dalla Prefettura di Imperia a seguito del tavolo di coordinamento costituito l’ingresso a scuola della sede centrale del Liceo Amoretti di piazzetta De Negri sarà posticipato alle ore 9.35 con conseguente modifica dell’orario. Tutti gli studenti delle sedi di Imperia e della sede staccata di Sanremo, sono tenuti a consultare gli orari delle lezioni pubblicati sul sito», è quanto recita la comunicazione inoltrata ai genitori, 4 giorni prima della ripresa delle lezioni in presenza, prima del rinvio all’11 gennaio.

«Non è cambi molto il rinvio di qualche giorno – dichiara un genitoreil problema è per deve raggiungere la sede scolastica dalle frazioni e dai paesi. Ci sono centri in cui l’unico autobus parte alle 7 ed arriva in piazza Dante alle alle 7.30. Cosa fanno i ragazzi fino all’orario di ingresso alle 9.35 non potendo andare neanche in un bar che già non sarebbe il massimo. E poi all’uscita prevista per le 14.55, tralasciando il problema non secondario del pranzo,  prevista per 14.55  si pone lo stesso problema, per certe direzioni non ci sono autobus fino alle 17.00. Quindi, nel caso in cui i genitori lavorino e non riescano ad organizzarsi, gli alunni dovrebbero starsene ancora in giro digiuni, rientrando a casa molto tardi, nemmeno in tempo per lo svolgimento dei compiti a casa e per preparare le lezioni del giorno dopo».

«Chiediamo che si tenga conto di queste esigenze, prevedendo la prosecuzione della didattica a distanza per gli alunni che vengono dal fuori Imperia penalizzati dall’orario degli autobus», concludono i genitori.