Quantcast

Lo chef Antonio Buono di Ventimiglia tra gli chef under 35 più promettenti secondo La Liste

Formatosi nelle cucine di Rocco Iannone, Santi Santamaria e Mauro Colagreco, nel febbraio 2020 ha aperto nella città di confine il suo ristorante "Casa Buono" con la moglie Valentina

Ventimiglia. Capacità di adattarsi e di dare vita alla gastronomia del domani in seguito alla pandemia del Covid-19. Sono questi i criteri principali su cui si è basata La Liste, celebre classifica gastronomica francese, per assegnare i premi speciali per l’edizione 2021 ai migliori ristoranti e cuochi su scala nazionale e internazionale.

Nella categoria “Nuovi talenti dell’anno“, che individua gli chef più promettenti under 35, figura anche Antonio Buono, chef del ristorante “Casa Buono” di Ventimiglia, aperto a febbraio 2020 insieme alla moglie Valentina, la cui chiave del successo è fatta di pochi coperti, un menù diverso ogni giorno e piatti realizzati con grande maestria.

Formatosi nelle cucine di Rocco Iannone, Santi Santamaria e di Mauro Colagreco, per cui ha lavorato sette anni al ristorante stellato Mirazur di Mentone, per lo chef Buono non si tratta del primo importante riconoscimento; nel 2017 è stato infatti vincitore del San Pellegrino Young Chef Francia.

A fare compagnia ad Antonio Buono nella sezione dedicata ai giovani talenti del mondo della cucina, figurano anche Josh Boutwood del The Test Kitchen di Manila nelle Filippine, Francesca Ferreyros del Baan a San Isidro in Perù, Mory Sacko del Mosuke di Parigi e Daniel Smith del The Fordwich Arms a Fordwich in Inghilterra.