L’appello della figlia a Marisa Comesatti, la donna scomparsa da San Bartolomeo 7 anni fa

Pubblicato su Facebook nel giorno del suo sessantottesimo compleanno, molto conosciuta in tutto il Ponente

San Bartolomeo al Mare. A distanza di quasi 7 anni dalla scomparsa di Marisa Comesatti, l’allora sessantenne  di Laigueglia avvistata l’ultima volta in un parcheggio di un supermercato di San Bartolomeo al Mare, una delle figlie, Lara Dalla Corte, il giorno dell‘Epifania, in occasione del giorno  sessantottesimo compleanno della madre le ha voluto dedicare un pensiero sulla sua pagina Facebook: «Buon compleanno mamma. Non ho la certezza che tu sia ancora tra noi, comunque oggi sono o sarebbero 68. Il dubbio mi resta e mi tormenta ancora. Lo so che ad un compleanno un dono dovrebbe riceverlo la festeggiata, ma oggi io chiedo a te un regalo. Se sei viva, facci sapere, in forma anonima, che non vuoi essere più disturbata e noi capiremo. Ma se non riceveremo nulla, noi continueremo a cercarti sempre».

Scomparsa nel nulla la mattina del 21 febbraio scorso, per la Comesatti  molto conosciuta in tutto il Ponente e anche nell’Imperiese per le sue molteplici attività anche di volontariato, gli inquirenti avevano ipotizzato  il sequestro di persona. Poi, tre anni fa, il caso è stato archiviato come scomparsa volontaria.

Si era indagato anche su un ipotetico rapporto sentimentale con un uomo insieme al quale sarebbe stata vista in un bar. La Seat Marbella verde di Marisa Comesatti  era stata ritrovata nel parcheggio di un supermercato a San Bartolomeo al Mare dove si recava spesso per  riordinare le seconde case di turisti.

Le due figlie Lara e Nada, per ritrovare la madre di sono rivolte all’associazione “Penelope” che affianca le famiglie delle persone scomparse.  Ad occuparsi del caso anche la trasmissione “Chi l’ha visto?“.