Quantcast

Giuseppe Grande e la Basilicata protagonisti al Festival con il format SanremoSol foto

Giunto alla sua sesta edizione, regalerà molte sorprese al pubblico, anche se con una formula diversa rispetto al passato

Sanremo. Continua il rebus a Sanremo, una edizione che lascia con il fiato sospeso, con varie ipotesi sul come mettere tutto in sicurezza.

Sicuramente il Festival più misterioso della storia dei suoi 71 anni, ma come ogni anno, la kermesse regalerà spettacolo e tante emozioni.

Sarà presente nella Città dei Fiori in occasione del Festival anche il creativo lucano Giuseppe Grande che sei anni fa ha lanciato la sua scommessa con il format SanremoSol. Nell’anno del Covid, si è deciso di investire ancora di più nella settimana della kermesse canora, ampliando i contenuti.

L’evento, che giunge quest’anno alla sua sesta edizione, regalerà molte sorprese al suo pubblico, portando sempre un po’ di Basilicata nella città ligure, anche se con una formula diversa rispetto al passato.

«Ho voluto fortemente esser presente a Sanremo in questo momento difficile che stiamo vivendo – dichiara Grande – proprio per dare, nel mio piccolo, sostegno alla città. Sei anni fa sono stato accolto con stima dal sindaco Alberto Bianchieri e da Romeo Giacon, che ora non c’è più, persone a cui sono affezionato e devo tanto, che mi hanno dato fiducia e sostenuto. Il mio legame con Sanremo nasce proprio da loro, e da tanti che ho conosciuto lungo il percorso».

«Potevo lasciarmi condizionare dal momento e mantenere un profilo più basso riguardo il format, ma non avrebbe avuto senso – prosegue Grande – . É dalle difficoltà che nascono le grandi occasioni, c’è bisogno di ripartire. Questo è lo spirito che cercheremo di trasmettere a chi ci seguirà».