Imperia, i primi militi della Croce Bianca che si sono sottoposti al vaccino anticovid

Tra loro anche l'84enne Sandro Ghirardelli, il presidente Trincheri: «Un momento importante»

Imperia. Sono stati il presidente Roberto Trincheri, il suo vice Davide Fontana, i consiglieri Davide Fontana, Marta Naso, Fabrizio Mizzon, Matteo Manconi (responsabile dei volontari) ed il più anziano milite, Sandro Ghirardelli, di 84 anni i primi sanitari della Croce Bianca di Imperia a sottoporsi al vaccino anticovid.

«La Croce Bianca Imperia ha aderito alla campagna vaccinazioni covid in modo compatto sono più di 80 i volontari che hanno deciso di aderire. Oggi per dimostrare l’importanza di questo vaccino abbiamo voluto aderire con il consiglio direttivo, per motivi di lavoro tre consiglieri oggi non presenti lo faranno in altra data. Siamo orgogliosi perché per una volta i volontari delle pubbliche assistenze sono stati inseriti tra i primi assieme al personale medico ed infermieristico.

Un gesto che personalmente ritengo importante ed un certo senso una ricompensa per i tanti sforzi che ogni giorno facciamo. Vaccinarsi è una scelta volontaria, personalmente non ho avuto dubbi, credo nella medicina e nella scienza. Quasi il 90 per cento dei volontari ha aderito alla campagna e sono in attesa di essere chiamati.

Speriamo che possa essere la soluzione definitiva, sicuramente ci permetterà di intervenire sui soccorsi in maggiore sicurezza. Io non voglio convincere nessuno a vaccinarsi, deve essere assolutamente una scelta volontaria ma mi permetto solo di invitare gli scettici ad informarsi bene prima di decidere, e soprattutto credere nel lavoro svolto da tutti i medici e ricercatori in questo ultimo anno», dichiara il presidente Trincheri.