Imperia, Giuseppe Cannata fondatore del Trump Fan Club del Ponente: «Presidente sconfitto per non aver enfatizzato il Covid ma violenze ingiustificate»

Cinque anni fa il primario del reparto di Dermatologia dell'ospedale del capoluogo aveva creato il primo club italiano di simpatizzanti del tycoon

Imperia. «Donald Trump ha perso le elezioni americane perché ha sottovalutato il Covid, o meglio non lo ha voluto enfatizzare preferendo proteggere l’economia. La vittoria di Biden è dovuta principalmente a questa variabile. Tuttavia non condivido affatto le violenze esercitate da parte di quella gentaglia che ha occupato il Parlamento americano  da cui mi dissocio». Parole del dottor Giuseppe Cannata primario del reparto di Dermatologia dell’ospedale di Imperia fondatore 4 anni fa del primo Trump Fan Club d’Italia che comprendeva soci del Ponente ligure tra i quali il sindaco di Alassio Marco Melgrati.

Per festeggiare l’elezione del tycoon Cannata aveva raccolto al ristorante Portegu De Ma’ del capoluogo un gruppo di colleghi e amici  tra cui il sindaco di Alassio Marco Melgrati. Tra le adesioni quella dell’attuale consigliere comunale Luca Lanteri, dell’ex consigliera Piera Poillucci e del coordinatore regionale di Forza Italia Angelo Francesco Dulbecco.

«“Facciamo l’America di nuovo grande”, era questo lo slogan che da appassionato degli States ci aveva colpiti, a distanza di 5 anni dico che Trump è stato un presidente che non ha fatto male, è stato tradito dal Covid, altrimenti avrebbe rivinto ma mi dissocio dalle violenze di queste giorni», conclude Cannata.