Imperia, CNA Agroalimentare: «La Legge di Bilancio 2021 introduce il Bonus Chef»

Un credito d'imposta destinato a sostenere i cuochi professionisti ed il settore della ristorazione

Imperia. La Legge di Bilancio 2021 introduce una novità assoluta: il bonus per gli chef, un credito d’imposta destinato a sostenere i cuochi professionisti ed il settore della ristorazione, anche in considerazione delle misure restrittive adottate a causa del Covid-19.

CNA Agroalimentare

«Si tratta di una agevolazione di cui CNA Agroalimentare è particolarmente soddisfatta, sostenuta insieme alla FIC, Federazione Italiana Cuochi ed ottenuta anche grazie all’impegno della vice presidente della Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati, Maria Spena di Forza Italia», dichiara Luciano Vazzano, segretario territoriale CNA Imperia.

«Si tratta di un sconto fiscale nella misura del 40% sulle spese sostenute per l’acquisto di beni strumentali durevoli e per la partecipazione a corsi di aggiornamento professionale, strettamente funzionali all’esercizio dell’attività, tra il 1° gennaio 2021 e il 30 giugno 2021» – dice.

L’agevolazione spetta ai cuochi professionisti impiegati presso alberghi e ristoranti
– sia come lavoratori dipendenti
– sia come lavoratori autonomi con partita IVA (anche nei casi in cui non siano in possesso del codice ATECO 5.2.2.1.0, ovvero corrispondente all’attività di cuochi in alberghi e ristoranti).

Relativamente alle spese per beni durevoli, il credito spetta per le spese sostenute per l’acquisto di macchinari di classe energetica elevata per la conservazione, la lavorazione, la trasformazione e la cottura dei prodotti alimentari e di strumenti e attrezzature professionali per la ristorazione.

Il credito spetta fino ad un massimo di 6.000 euro e nel limite complessivo di 1 milione di euro per ciascuna delle annualità 2021-2023, è utilizzabile in compensazione mediante F24, è escluso da IRPEF e IRAP e non concorre alla determinazione del rapporto di deducibilità. Il credito può anche essere ceduto ad altri soggetti, compresi gli istituti di credito e altri intermediari finanziari.