Quantcast

Imperia, caso Amat – Rivieracqua la maggioranza replica ad Abbo: «Sull’acqua la sua giunta fu tragicomica»

L'ingresso della partecipata nel Consorzio idrico pubblico accende gli animi politici

Imperia. «È davvero curioso notare come, nelle ricostruzioni dei fatti, il consigliere Abbo abbia costantemente un vuoto di memoria. Per lui esistono soltanto i fatti pre 2013 e post 2018, di quello che è accaduto in quei cinque anni in mezzo non fa mai cenno». I capigruppo della maggioranza che sostengono l’amministrazione guidata da Claudio Scajola, Ino Ramoino (Imperia Insieme), Daniele Ciccione (Obiettivo Imperia) e Vincenzo  Garibbo  (Area Aperta) replicano alle dichiarazioni dell’ex vicesindaco, ora capogruppo di opposizione (Imperia al centro) Guido Abbo a proposito della querelle del ciclo idrico integrato.

«Siccome riteniamo che sia in buona salute e che non soffra di improvvise amnesie, siamo portati a pensare che le sue dimenticanze siano volute. Tanto è stato il disastro amministrativo della giunta di cui è stato anche vice sindaco che cerca di non riportarlo alla memoria degli imperiesi. Per sua sfortuna, i nostri concittadini non sono sprovveduti e ricordano benissimo la loro totale incapacità. E tutti noi ricordiamo benissimo che proprio sul tema dell’acqua quell’amministrazione diede vita a un vero e proprio teatrino tragico-comico, con una faida interna che portò alla spaccatura della maggioranza e a nessuna soluzione», prosegue la nota

«Il sindaco Claudio Scajola -concludono  i capigruppo –  si è ritrovato a dover gestire una situazione non amministrata, da Abbo & C., e in due anni è riuscito a: fare approvare dall’Assemblea dei sindaci una revisione futura della società Rivieracqua, ha ottenuto il finanziamento e ha realizzato il nuovo acquedotto da Lungomare Vespucci alla Rabina e a breve realizzerà anche il tratto fino a Borgo Prino. Il sindaco  è stato inoltre decisivo, aggettivo non nostro, ma del presidente di Rivieracqua , per chiudere questo passaggio di consegne, che sarà fatto nella piena tutela degli imperiesi e dei lavoratori di Amat, ha dimostrato di essere, anche sul tema dell’acqua, un grande sindaco».