Quantcast

Governo, il presidente della Regione Liguria Toti: «Serve esecutivo forte, serio e non condizionato da ripicche tra ministri»

«Non si può descrivere la situazione Covid secondo le necessità politiche»

Genova. «Intervento del Presidente del Consiglio alla Camera. Secondo il premier Conte il Governo non ha sbagliato nulla. Francamente mi sembra un giudizio molto autoindulgente. Il caos di questi giorni sulla scuola ne è solo l’ultima dimostrazione. Delle due, l’una: o siamo, come sostengono il Ministro della Salute e i suoi tecnici, alla vigilia di una nuova ondata Covid pericolosissima, tanto che il consulente di Speranza Ricciardi chiede addirittura un nuovo lockdown, e allora riaprire le scuole in zona arancione è una follia. Oppure non è così, i dati sul virus migliorano e allora oltre alle scuole riapriamo anche teatri, cinema, ristoranti, bar, palestre e piscine, con le dovute regole.

Non si può descrivere la situazione Covid secondo le necessità politiche. Serve un Governo forte, serio, non condizionato dalle ripicche tra Ministri e appeso a un pugno di voti sparpagliati, ammesso che quei voti ci siano. Questa crisi rischia di essere l’ennesima occasione perduta. Per arroganza», così scrive il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti sulla sua pagina Facebook.