Quantcast

Festival Sanremo, Di Muro (Lega): «Rinviare, come chiedono commercianti e artisti»

«L'organizzazione dei palinsesti e i contratti pubblicitari non siano gli unici elementi presi in considerazione dalla Rai»

Sanremo. «Il Festival di Sanremo dovrebbe essere rinviato a tempi migliori. Ci sta a cuore che la kermesse sia legata allo sviluppo economico della città senza che le attività siano obbligate alla chiusura da un dpcm. Realizzarlo in piena pandemia, quando tutti i teatri sono chiusi per giunta, rappresenta una forzatura inutile che non giova a nessuno, Rai compresa. Lo chiedono i commercianti e lo chiedono anche gli artisti e gli addetti ai lavori. L’organizzazione dei palinsesti e i contratti pubblicitari non siano gli unici elementi presi in considerazione dalla Rai, ne va del futuro economico della città».

Lo scrive in una nota il deputato ligure Flavio Di Muro della Lega.