Quantcast

Diano Marina, l’ex sindaco Basso risponde a Chiappori: «La mia amministrazione non ha lasciato buchi»

Si surriscalda il clima in vista della campagna elettorale: «Bellacicco sindaco? credo che potrebbe farlo molto meglio di lui»

Diano Marina. «Sentendo quanto il sindaco Chiappori ha dichiarato sulla amministrazione che ho avuto il piacere e l’onore di presiedere, e sui presunti clamorosi buchi di bilancio lasciati dal sottoscritto non posso fare a meno di precisare che, come risulta da una delibera dalla sua stessa amministrazione  approvata il 5 dicembre del 2011, pochi mesi dopo la sua elezione, che riguarda il consuntivo dell’ultimo anno di gestione Basso. In tale delibera risulta che il mio mandato si è chiuso con un avanzo di cassa di 4 milioni e 93 mila e 925 euro e con una avanzo di amministrazione di 1.279.547,96 euro. Inoltre, alla pagina numero due di tale atto amministrativo c’è scritto testualmente “accertato (dai revisori dei conti) che non esistono debiti fuori bilancio riconosciuti e non finanziati né contabilità separate”. E queste non sono chiacchiere ma atti ufficiali». L’ex sindaco di Diano Marina Angelo Basso, attualmente consigliere comunale di opposizione,  replica a un passaggio che il suo successore Giacomo Chiappori ci ha concesso nei nostri studi.

«Il sindaco -prosegue Basso –   mi deve spiegare dove sono i buchi che hanno fatto sballare i bilanci e se non ci sono debiti fuori dai bilanci medesimi e se esiste un avanzo di amministrazione e un consistente fondo di cassa. Forse non sa neppure che gli impegni di spesa nei Comuni sono possibili soltanto se esistono le relative coperture?»

«Quanto poi al parere di Chiappori secondo cui un Generale non potrebbe fare bene il sindaco, beh, io credo che potrebbe farlo molto meglio di lui», conclude Angelo Basso.