Diano Marina, ampliamento superficie commerciale medie strutture di vendita: c’è l’ok del consiglio comunale foto

Incremento di 200 metri quadrati allo scopo di realizzare nuovo plesso scolastico

Diano Marina. Il Consiglio comunale di Diano Marina ha approvato nei giorni scorsi l’ampliamento di 200 metri della superficie commerciale delle medie strutture di vendita, portandolo da 600 a 800 metri quadrati. «Questa decisione di incrementare di 200 mq la disponibilità già esistente – spiega il vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici Cristiano Za GaribaldiE’ stata assunta per poter consentire di proseguire la pratica di partenariato pubblico-privato, che ha come obiettivo la realizzazione del nuovo plesso scolastico in località Cioso Canepa, in prossimità del Palazzetto dello Sport Canepa in Via Diano Castello e destinato a riunire le scuole oggi in via Biancheri e Villa Scarsella».

L’opera è stata infatti inserita dalla Giunta Municipale nel Piano triennale delle Opere pubbliche del Comune, in seguito alla ricezione – in data 09/09/2020 – di una proposta di partenariato pubblico-privato che è stata accolta dalla Amministrazione e dagli Uffici, dopo averne verificato la fattibilità e l’interesse pubblico. Tale proposta richiede una superficie di vendita di 760 mq. «Benissimo – spiega Za Garibaldi – Con una piccola modifica ci siamo garantiti la costruzione della nuova scuola. Non sono necessarie altre modifiche, poiché il PUC approvato dalla Amministrazione precedente già prevede che in quell’edificio possa essere realizzata una attività commerciale al piano terra e che i piani superiori possano essere destinati al residenziale».

La decisione di dotare Diano Marina di una nuova scuola è stata presa da tempo. Già le amministrazioni comunali precedenti si erano rese conto della inadeguatezza delle strutture (via Biancheri e Villa Scarsella). L’iter vero e proprio della nuova scuola in località Cioso Canepa è però iniziato nel 2013, quando è stata cambiata la destinazione d’uso all’area – di proprietà del Comune – attraverso un aggiornamento del PUC, con cui è stata inserita la possibilità di realizzare il nuovo plesso scolastico. Nel corso degli anni sono state percorse varie strade per cercare di ottenere i finanziamenti necessari alla costruzione dell’opera. Tutte senza esito. Spiega il vice-sindaco: «Com’è noto, infatti, mentre un tempo i Comuni, compreso il nostro, godevano di un più che discreto flusso finanziario con il quale avrebbero potuto finanziare opere e infrastrutture, ora le disponibilità sono notevolmente ridotte. Ciò significa che bisogna cercare nuove strade per provare ad ottenere disponibilità finanziarie e realizzare opere e infrastrutture. Nel 2019, la Giunta ha dato mandato al Segretario generale del Comune di cercare eventuali manifestazioni di interesse da parte di privati, approvando in questo senso una delibera di indirizzo. La proposta ricevuta a settembre, diversamente da altre ritenute non accoglibili e quindi archiviate, è stata vagliata positivamente ed è stata dichiarata di interesse pubblico».

Nelle prossime settimane verrà predisposto il bando affinché il Comune – in seguito alla gara che potrebbe tenersi in primavera – riceva le offerte per il partenariato pubblico-privato. Tra queste si sceglierà quella migliore, non solo dal punto di vista finanziario, ma anche progettuale.

Prosegue quindi l’iter procedurale che porterà alla costruzione di un unico plesso scolastico che unirà le classi ora in via Biancheri e Villa Scarsella e nel quale cercheremo di unire anche le scuole materne. L’importo complessivo dell’intervento sarà di circa 8 milioni e 700 mila euro. Si tratta di un importo estremamente rilevante, un’occasione imperdibile per il Comune di Diano Marina, che difficilmente potrebbe ottenere un simile finanziamento dal Governo o dalla Regione per un unico intervento.