Quantcast

Covid, il direttore della Banda Pasquale Anfossi di Taggia Gallo: «Nuove disposizioni su modalità di attività musicali»

«In zona arancione sospensione delle attività di prova e degli spettacoli aperti al pubblico ma sono consentiti le attività di formazione rivolte a bambini e ragazzi e lo svolgimento delle manifestazioni pubbliche in forma statica»

Taggia. Il M. Vitaliano Gallo, attuale direttore della Banda Pasquale Anfossi di Taggia, comunica le ultimissime disposizioni di gennaio 2021 di Giampaolo Lazzeri, presidente nazionale delle Bande Italiane “ANBIMA”, dove nei dettagli vengono definite le modalità di attività musicali in “zone rosse, arancioni e gialle”.

Vitaliano Gallo

«Con la speranza di ricominciare al più presto le prove ed i concerti con spirito di servizio per il nostro bellissimo territorio – dice – riceviamo dalla presidenza nazionale dell’Anbima e condividiamo le ultime disposizioni previste dal nuovo DPCM, in vigore dal 16/01/2021 al 05/03/2021 e diffuse da Giampaolo Lazzeri, presidente nazionale. Siamo a confermare le limitazioni già descritte nei nostri documenti del 05/11/2020, del 06/12/2020 e riferite come segue:

Vitaliano Gallo

Aree del territorio nazionale caratterizzate da uno scenario di massima gravità e da un livello di rischio alto (zona rossa):
• sospensione di tutte le attività, determinata dal divieto di ogni spostamento nei territori, salvo che per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute.

Altre aree (zona arancio, zona gialla):
si conferma quanto già espresso nei nostri precedenti comunicati, pur considerando la limitazione di mobilità fra i territori, pertanto:
• la sospensione delle attività di prova in ogni sua forma (art. 1 comma 10 punto f);
• la sospensione degli spettacoli aperti al pubblico sia al chiuso che all’aperto (art. 1 comma 10 punto m);
• sono consentite le attività di formazione rivolte a bambini e ragazzi come nel citato art. 1 comma 10 punto c;
• lo svolgimento delle manifestazioni pubbliche è consentito soltanto in forma statica, a condizione che siano assolte le prescrizioni riportate nel art. 1 comma 10 punto i del citato DPCM.

Vitaliano Gallo

Al momento non sono disponibili indicazioni in merito ai territori collocati in zona bianca. Resta intesa l’autonomia delle singole autorità territoriali circa ulteriori particolari disposizioni che possono essere emanate e alle quali le associazioni devono fare pedissequo riferimento. Si ribadisce che, tutte le responsabilità delle eventuali attività svolte dall’associazione, restano in capo al legale rappresentante. Nella consapevolezza delle difficoltà che ogni nostra associazione sta affrontando, fiduciosi in un futuro migliore per tornare all’agognata normalità, è necessario che tutti noi mettiamo in campo il nostro impegno attivo e il nostro marcato senso di responsabilità civica e morale che, come realtà componenti la collettività sociale, abbiamo il dovere di osservare».

Vitaliano Gallo